L’alfabeto dei sapori e del bel vivere tra Veneto e Friuli Venezia Giulia

L’alfabeto dei sapori e del bel vivere tra Veneto e Friuli Venezia Giulia
Ecco alcuni consigli per Immergersi nella cultura, nell’arte e nell’enogastronomia delle terre del Prosecco Doc
3 minuti di lettura

Un incanto fluido ed effervescente. Così è l’Italia degli spumanti: un vivace caleidoscopio di bollicine che da Nord a Sud svela territori, passioni, metodi di vinificazione e sapori. In questa lunga estate, vale la pena di andare a conoscerli di persona, unendo il desiderio della scoperta al piacere per il viaggio nella provincia italiana più autentica e gustosa. Parlando di bollicine, non si può che iniziare da un territorio ricco di storia, ingegno e saper fare come quello del Prosecco Doc.

Vi ricordate il gioco del "se fossi...", quello in cui accennando un oggetto o un luogo si doveva trovare il paragone che meglio vi rappresentava? Ecco, giochiamo insieme attraverso alcune parole e alcune mete imperdibili nelle terre del Prosecco Doc, come se ognuna di esse fosse la perfetta interpretazione di quel vocabolo. Un po’ come quando si decide di fare una vacanza all’insegna del fascino, della movida, del relax.

Partiamo dalla lettera A di Attuale, proprio come Treviso e il Prosecco Doc Rosé, nuovo nato nella denominazione che  sta già suscitando interesse in tutto il mondo. È proprio qui che prende vita per primo questo prodotto nato dall'unione tra una bacca bianca, la Glera e la più nobile delle bacche rosse, il Pinot nero. Un prodotto moderno, contemporaneo, vivo e vibrante che merita di essere assaporato accompagnando i cicchetti da assaggiare alla Pescheria, uno degli angoli più vivaci e suggestivi della città.

Con la B di Brioso arriviamo a Trieste. Briosa appunto, spumeggiante, fatta di vento e di mare, è la tappa imperdibile del prossimo autunno per assistere alla Barcolana, di cui Prosecco Doc è sponsor ufficiale da tanti anni, e una delle regate più importanti per gli appassionati di mare. Una città tutta da scoprire nei suoi caffè, nella Bora, nei suoi contrasti e in luoghi suggestivi come il Castello di Miramare.

C come Contemporaneo e come Padova. Potrà sembrarvi assurdo, data la raffinatezza senza tempo della città, dei suoi monumenti e delle sue ville. Il Prosecco stesso nasce in questa zona dalle prime barbatelle portate dalla Grecia. Ma vi invitiamo a scoprire l’animo moderno di questa città in cui la tradizione si veste di entusiasmo e freschezza. Qualche spunto: il Giardino di Cristallo e l’opera "Memoria e Luce".

La parola Eleganza non ha bisogno di troppi preamboli. Poche cose al mondo fanno respirare charme come Venezia, che ha appena festeggiato i suoi 1600 anni e lo ha fatto con una edizione speciale di Prosecco Doc che, dell’eleganza veneziana, prende tutte le sfumature con una etichetta dedicata.  Perdersi tra le calle, sorseggiare spritz, assaporare la cucina veneta. Tutto ha una allure diversa a Venezia.

Si corre veloci verso la P di Potente e verso Gorizia, terra di confine dove le emozioni pulsano più forti nell’animo. Sono i luoghi della guerra ma anche dell’interpretazione friulana del Prosecco Doc, sia nella versione tradizionale che nel nuovo nato Rosé che completa l’esperienza di vivere la città tra cultura e turismo enologico.

Sinonimo di eleganza è Raffinatezza e Vicenza è la meta ideale per un fine settimana assolutamente chic. Non solo per visitare la città rivestita e interpretata da Palladio e le ville che la circondano, ma anche per scoprire che in questo territorio il Prosecco Doc si veste di velluto al palato, diventa avvolgente e seducente.

Belluno è Sorprendente nel suo essere dedalo di cultura e luoghi da visitare come la biblioteca o il Museo delle Migrazioni. Ma anche terra ideale per scoprire la natura che la circonda, le Dolomiti, le Prealpi Carniche e l’antica Foresta dei Dogi.

Siamo quasi alla fine, con la T di Trendy. Capace di soddisfare ogni capriccio, Udine è la città che fa per voi se non volete rinunciare a nulla durante il vostro tempo libero. Dalle spiagge di Lignano Sabbiadoro ai monti che la proteggono, alla vivace città che è a misura d’uomo, godetevi ogni sfumatura, poi fermatevi in uno dei tanti baretti tra portici e piazzette a sorseggiare Prosecco Doc.

Manca una città, a cui vorremmo che la parola adatta la trovaste voi: Pordenone vi accoglierà tra arte, shopping, natura e i luoghi del fare che gli girano attorno. Spilimbergo e i suoi mosaici, Sacile e l’artigianato musicale, Maniago e l’arte coltellinaia. Una città in grado di trasformarsi e prendere i colori del cielo in località come Polcenigo, dove la natura stupisce con la sorgente di Gorgazzo.

Una terra, quella dove nasce il Prosecco Doc, che è in grado di lasciarsi scoprire senza fretta, dove il tempo rallenta per lasciare spazio allo stupore, allo slow living della conoscenza e del vivere semplice, attraverso l’enogastronomia e l’artigianato, che ha reso Veneto e Friuli Venezia Giulia orgoglio e bandiera dell’Italian Genio.