Casa, prezzi in calo del 5,6%

Firenze è la città più costosa, seguita da Roma e Milano. Dove conviene comprare? A Catanzaro. Sono i dati di fine 2014 dell'Osservatorio di Immobiliare.it. E per il 2015 la classifica cambia: a gennaio la città più costosa è Bolzano

Il grafico che descrive l’andamento dei prezzi delle case è una linea che precipita in picchiata. Gennaio 2015 rispetto allo stesso mese dello scorso anno segna un calo quasi del 6 per cento nei prezzi medi al metro quadro. Il calo costante, dal almeno due anni. Nel 2014 gli immobili residenziali hanno subito un calo annuale del 5,6%, più accentuato nella seconda parte dell’anno. Sono i dati dell’Osservatorio di immobiliare.it.

Dati Immobiliare.it | Immobili in vendita e affitto

Firenze la più cara, prima di Roma. L’inizio del 2015 ha registrato un prezzo medio di 2.184 euro al metro quadro, a gennaio 2014 era di 2.323 euro. Lo scorso anno si è chiuso con un prezzo medio ponderato degli immobili residenziali italiani di 2.166 euro per metro quadro. La città più cara d’Italia è Firenze dove comprare una casa costa 3.657 euro al metro quadro. Roma è al secondo posto con 3.566 euro al metro quadro. Un anno fa la situazione era opposta: la capitale restava la città più costosa d’Italia con un prezzo medio al metro quadro di 3.818 euro (dato di dicembre 2013) mentre Firenze era a 3.752 euro al metro quadro, stesso periodo. A Roma infatti in un anno (il confronto è sempre tra dicembre 2014 e 2013) i prezzi sono scesi dell’8,4 per cento. Milano è al terzo posto con i suoi 3.463 euro al metro quadro. Il capoluogo di provincia più economico è Catanzaro: 1.188 euro al metro quadro a dicembre 2014, saliti a 1.209 a gennaio 2015 (più 1,77%).

Centro e Sud il calo maggiore. Uno sguardo sull’Italia, sempre con i dati dell’Osservatorio di immobiliare.it: il calo maggiore si registra nelle regioni centrali con un meno 7 per cento e in quelle meridionali (meno 6,8 per cento). In Molise, in particolare, in un anno i prezzi sono scesi del 18,2 per cento. La regione che tiene di più è invece il Trentino Alto Adige dove i prezzi sono scesi ma molto meno rispetto alle altre regioni (meno 1,2 per cento) seguito dal Friuli Venezia Giulia (meno 2,2 per cento). Tra le città capoluogo di regione quella con il calo maggiore a dicembre 2014 rispetto allo stesso mese del 2013 è L’Aquila (meno 17,7 per cento), seguita da Campobasso (meno 16,6 per cento), Aosta (meno 11,9 per cento). Guardando invece ai capoluoghi di regione con un calo più ridotto in classifica ci sono Trento e Firenze con un meno 0,7 per cento, poi Potenza con meno 1,1 per cento.

LA MAPPA DELLE REGIONI

Per ogni Regione viene riportato il prezzo medio al metro quadro riferito a gennaio 2015 e a gennaio 2014. Le Regioni più scure sono quelle con un prezzo di vendita più alto, quelle più chiare sono le più economiche.

IL GRAFICO: E COME INIZIA IL 2015?

I dati di gennaio 2015 descrivono una situazione diversa rispetto al 2014. L'andamento dei prezzi delle case è sempre in calo, ma la classifica ha un podio differente. La città più cara (prezzi in euro al metro quadro) è Bolzano che supera di pochissimo Firenze (secondo posto) con Roma terza. Nel grafico sono riportati i dati di alcune città italiane a titolo di esempio. 

Video del giorno

Terremoto in Australia, il momento della scossa: il sisma sorprende gli sciatori

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi