La tenacia di Mattarella e l’alfabetizzazione civile