In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

L’addio alla Regina: Elisabetta II sepolta nella cappella di St George accanto a Filippo, i corgie al castello di Windsor, la folla in lacrime. Il biglietto di Carlo: “In ricordo amorevole e devoto”

La città si è fermata per i funerali di Stato con 2 mila persone e 500 leader globali. L’arcivescovo di Canterbury: «Pochi leader hanno ricevuto tanto affetto». È un caso l’assenza di Bin Salman alle esequie

Emanuela Minucci e Caterina Stamin
Aggiornato alle 22 minuti di lettura

Creato da

LONDRA. Sotto le volte gotiche di Westminster Abbey si è celebrato un evento globale che ha saputo riunire i grandi della terra: il funerale della Regina Elisabetta II. Le esequie più solenni dai tempi dell’addio a Churchill (1965) si sono trasformate nel summit del secolo con 500 dignitari fra i quali 100 premier. Stamattina Londra si è svegliata come sospesa. Città-mondo sulla quale per oltre 70 anni ha vegliato lo sguardo turchese di Sua Maestà e che ora si accorge di essere arrivata al finale triste della fiaba: un grande Paese da 9 milioni di abitanti uniti dal Grande Lutto, una metropoli con gli occhi gonfi, silenziosa ed emozionata. Persino dal Big Ben sono partiti rintocchi felpati mentre il mondo che non è riuscito a entrare nell’abbazia se n’è stato con gli occhi incollati alla tv. A Londra sono stati aperti per l’occasione pure i cinema, 125 in tutto, per consentire ai sudditi di vedere il film dell’addio a Elisabetta – perché è stata una cerimonia da film – e quindi aveva senso vederla sul maxi schermo.

Non solo le istituzioni e oltre due milioni di londinesi, assiepati lungo le strade, hanno accompagnato Elisabetta II nel suo ultimo viaggio. Re Carlo III, accanto ai tre fratelli Anna, Andrea e Edoardo, ha marciato con l’espressione turbata e gli occhi rossi di commozione dietro la bara della madre, su cui ha lasciato un tenero messaggio tra i fiori: «In ricordo amorevole e devoto». Ma anche i principini George e Charlotte hanno accompagnato la bisnonna dall'abbazia di Westminster fino all’ultimo rifugio, lontano dalle telecamere, la cappella di St George. Ora Elisabetta II può uscire di scena e riposare a fianco del principe consorte Filippo e alla propria famiglia, il padre Giorgio VI, la regina Madre e la sorella, la principessa Margaret. Cala il sipario su un'intera epoca e il Regno Unito inizia un nuovo capitolo. God Save the King.

L'ultimo saluto a Elisabetta II, tutti i nipoti riuniti per la veglia: William e Harry in uniforme fianco a fianco

Gli aggiornamenti in diretta

22.33 – Elisabetta II èstata sepolta
Il corpo di Elisabetta II è stato sepolto durante una cerimonia privata, alla quale hanno partecipato i parenti piu' stretti, nella King George VI Memorial Chapel del castello di Windsor, insieme al marito, il principe Filippo. Lo riferisce una nota della Famiglia Reale.

21.53 – Continua il tributo a Green Park, aperto tutta la notte
Un tappeto di fiori, e adesso anche candele accese, per il tributo floreale ad Elisabetta II che occupa una vasta area di Green Park e che resta accessibile nella notte. E' ancora infatti aperto al pubblico 24 ore su 24, e i visitatori continuano ad affluire. Ci sono file su file di mazzi di fiori, con piccoli omaggi, lettere, pensieri, disegni e bandiere, dedicati alla sovrana scomparsa l'8 settembre, di cui oggi si sono tenuti i funerali di Stato a Londra, seguiti dalla sepoltura a Windsor.

21.30 – Regina Elisabetta II sepolta nella cappella di St George
La regina Elisabetta II è stata sepolta nella cappella di St George, annessa al castello di Windsor, nel corso di una cerimonia privata a cui hanno preso parte re Carlo III e i membri più stretti della famiglia reale britannica. La sovrana riposa in una piccola cappella della chiesa, la King George VI Memorial Chapel, a fianco del principe consorte Filippo e vicino al padre Giorgio VI, alla regina Madre e alla sorella, la principessa Margaret. Secondo i media sulla lastra di marmo della tomba appare la scritta: «Elizabeth II 1926-2022». La funzione privata è avvenuta dopo i solenni funerali di Stato svoltisi oggi

20.39 – Carlo e reali di nuovo in cappella, sepoltura privata
Re Carlo III e altri membri della famiglia reale dovrebbero recarsi in questi minuti nella cappella di San Giorgio nel castello di Windsor per una cerimonia privata, durante la quale la regina Elisabetta II verrà sepolta nella cappella memoriale di Giorgio VI (che si trova all'interno di St. George), a fianco del marito Filippo. Buckingham Palace non ha voluto rivelare i dettagli di questa cerimonia, definendola «un'occasione familiare profondamente personale». L'evento, ricorda la Bbc, non verrà trasmesso in televisione e i media non saranno presenti.

19.45 – Dopo Londra, il Canada saluta la 'sua' regina a Ottawa Parata
Poche ore dopo le cerimonie di Londra, il Canada ha salutato la sua regina Elisabetta II sotto la pioggia, con una parata e una cerimonia religiosa nella capitale Ottawa. Lo riportano i media canadesi. Ombrelli e caffè per riscaldarsi in mano, centinaia di persone si sono accalcate per le strade del centro della città per assistere alla sfilata della Canadian Mounted Police. A causa del maltempo è stata annullata all'ultimo minuto l'esibizione degli aerei che si sarebbe dovuto svolgere subito la parata. Più tardi circa 600 personalità sono attese per una cerimonia nella cattedrale di Christ Church a Ottawa. Durante la commemorazione è previsto un intervento per l'ex primo ministro Brian Mulroney (1984-1993). Quindi verranno sparati 96 colpi di cannone per simboleggiare ogni anno di vita della regina. Nei suoi 70 anni di regno, Elisabetta II ha visitato il Canada 22 volte, più di qualsiasi altro paese. Durante la sua ultima visita, nel 2020, la monarca ha detto alla folla radunata ad Halifax, nell'est del Paese: «È bello essere a casa!».

18.58 – La bara sepolta nella royal vault
Terminato il servizio di commiato alla St. George Chapel, la bara della regina Elisabetta II è stata deposta nella royal vault, dove è stato sepolto temporaneamente il marito Fillippo. Alle 20.30 ora italiana, vi sarà un servizio religioso privato con la famiglia reale, durante il quale Filippo ed Elisabetta verranno sepolti insieme nella King George VI Memorial Chapel, che è parte della St. George chapel. Qui riposano anche i genitori della sovrana, Re Giorgio Vi e la regina madre, oltre alla sorella Margaret.

18.26 – Von der Leyen: stoica, sia di ispirazione per tutti noi
«E' stato un onore rendere i miei ultimi omaggi a sua maestà la regina Elisabetta II. Stoica e salda, ci ha sempre ricordato che il nostro futuro è costruito su nuove idee e fondato sui nostri valori più antichi. Continuiamo a trovare ispirazione nell'eredità unica che ci ha lasciato». Lo scrive via social la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, presente a Londra ai funerali della sovrana britannica.

18.04 – Elisabetta lascia le insegne reali, pronta per la sepoltura. Carlo depone vessillo di comando su bara, sarà sepolto con lei
Momento toccante e simbolicamente significativo prima della sepoltura di Elisabetta II. Le insegne reali - la corona, lo scettro e il globo d'oro - sono state tolte dalla sua bara e consegnante nella cappella di St George al celebrante che le ha deposte sull'altare: quasi a testimoniare che Elisabetta scende nella tomba senza orpelli, non più regina di fronte a quel Dio in cui ha creduto. Una fede che il reverendo David Conner ha ricordato ancora una volta durante il rito come "semplice e solida", additandola a fondamento dell'esempio di "coraggio e di speranza", oltre che di servizio "al Paese, al Commonwealth e al mondo più vasto della nostra sorella Elisabetta". La cerimonia si è poi avviata a conclusione quando re Carlo, primogenito e successore al trono, si è avvicinato da solo - con tutti gli astanti in piedi - a deporre sulla bara il vessillo che tradizionalmente serve a identificare il comandante in capo in battaglia; mentre a seguire il Lord Ciambellano della casa reale ha spezzato la bacchetta di comando, a suggellare la fine del potere terreno di un sovrano defunto. Sia il vessillo, sia il bastone spezzato verranno sepolti assieme a Elisabetta.

18.00 – La bara calata in cripta reale cappella S. Giorgio
La bara della regina Elisabetta II è stata calata nella cripta reale della cappella di San Giorgio, nel castello di Windsor. La sepoltura avverrà più tardi, intorno alle 20.30 ora italiana, nel corso di una cerimonia privata. Elisabetta verrà sepolta accanto al marito, il principe Filippo, morto l'anno scorso

17.49 – Corona, scettro e globo rimossi da bara
Corona, globo e scettro sono stati rimossi da sopra la bara della regina Elisabetta II. In attesa di essere riportati nella Torre di Londra, i tre oggetti sono stati passati al decano di Windsor, che li ha riposti sull'altare.

17.46 – Le lacrime di Meghan, si asciuga viso a funerali
Meghan Markle ha pianto mentre osservava la bara della regina Elisabetta II che veniva portata fuori dall'abbazia di Westminster, dopo il sontuoso funerale a cui hanno partecipato centinaia di leader da tutto il mondo. Impossibile non notare che la duchessa di Sussex, moglie del principe Harry, si è asciugata la guancia con una mano, mentre era in piedi accanto a Camilla, la regina consorte, a Kate, principessa del Galles, e a figli di lei: il principe George e la principessa Charlotte. Meghan, 41 anni, e Harry hanno partecipato in seconda fila alle esequie della sovrana: l'ex attrice americana e' entrata nell'abbazia dietro Kate, i due figli maggiori dei duchi di Cambridge, e il principe Edoardo con Sophie, la contessa di Wessex. Prima della funzione, la duchessa di Sussex è rimasta brevemente accanto a Kate, George e Charlotte mentre osservava la bara di Elisabetta II che veniva deposta sull'altare. Lei e Harry si sono poi seduti in seconda fila, insieme alla principessa Beatrice e al marito, Edoardo Mapelli Mozzi.

17.36 – Decano Windsor: onorarne memoria seguendo esempio
«In un mondo rapido e spesso travagliato la sua presenza serena e dignitosa ci ha dato fiducia per affrontare il futuro come ha fatto lei, con coraggio e speranza. Con cuore grato, riflettiamo su questi e molti altri modi in cui la sua lunga vita è stata una benedizione per noi. Preghiamo che Dio ci dia la grazia di onorare la sua memoria seguendo il suo esempio». Queste le parole usate dal decano di Windsor, David Conner, nella cerimonia di commiato per la regina Elisabetta II nella cappella di San Giorgio.

17.18 – Le spoglie della regina nella cappella di St George: inizia il rito finale di suffragio prima della sepoltura
Le spoglie della regina Elisabetta hanno raggiunto la cappella di St George, annessa al castello di Windsor, per una breve cerimonia di suffragio officiata dal reverendo David Conner, rettore della complesso religioso locale prima della sepoltura. Dentro ci sono 800 ospiti scelti, fuori - con militari e collaboratori della casa reale - la pony Emma e alcuni cani Welsh Corgie cari a Sua Maestà. Il cerimoniale liturgico finale segue nei dettagli le volontà di Elisabetta: previsto anche il canto d'un inno della tradizione ortodossa, Russian Kontakion of the Departed, scelto dall'amato consorte Filippo per il proprio funerale nel 2021. Sul pennone del castello sventola ora un enorme stendardo reale. La bara è stata accolta in chiesa dall'inchino dei fedeli e dal suono di un organo. In precedenza il corteo dell'auto funebre era stato seguito ancora una volta, per tutta la rampa verso Windsor, dai 4 figli di Elisabetta e Filippo (re Carlo e i principi Anna, Andrea ed Edoardo) e dai due figli di Carlo, William e Harry. Una rappresentanza a cui nel cortile del castello si sono uniti vari membri della Royal Family, come il duca di Kent e altri; poi, all'ingresso in chiesa, anche le consorti, dalla regina Camilla alla principessa di Galles, Catherine (Kate), con i principini George e Charlotte, alla duchessa di Sussex, Meghan. 

16.48 – Muick e Sandy, i corgi, in attesa fuori castello
Ci sono anche Muick e Sandy, gli amati corgi della regina, ad attendere il feretro fuori dal castello di Windsor. Saranno il principe Andrea e la sua ex moglie, Sarah, la duchessa di York, che si prenderanno cura dei due corgi, nella residenza in cui abitano a Windsor, la Royal Lodge.

16.33 – La bara di Filippo verrà spostata per venir poi sepolta assieme all'amata regina Elisabetta
La bara del principe Filippo verrà oggi spostata dalla Royal Vault di Windsor, dove si trova dal funerale del 17 aprile 2021, per venir poi sepolta questa sera assieme all'amata regina Elisabetta nella King George VI Memorial Chapel. La sepoltura di Filippo è sempre stata considerata temporanea, in attesa di quella della regina. Sposati per 73 anni, Elisabetta e Filippo riposeranno ora insieme al termine di un servizio religioso privato cui assisterà la famiglia reale. Nella stessa cappella sono sepolti i genitori di Elisabetta, Giorgio VI e la Regina madre, e la sorella Margaret. 

16.29 – Il pifferaio personale della regina suonerà le ultime note
Per la maggior parte del suo regno, la regina Elisabetta II è stata svegliata dal suono della cornamusa suonata sotto la sua finestra, in tutte le sue residenze del Paese. Il pifferaio della sovrana ha agito per decenni come una sveglia personale, suonando per 15 minuti ogni mattina e nelle occasioni di stato. Oggi però ha avuto un ruolo diverso: la musica che ha segnato l'inizio delle mattinate della regina, ha segnalato la fine del suo funerale e suonerà un'ultima volta mentre la bara verrà calata nella cripta reale, nella cappella di San Giorgio al Castello di Windsor. Il pifferaio suonerà dalla porta tra la cappella e il chiostro del Decanato. Mentre lo farà, inizierà a camminare lentamente verso il Decanato, in modo che la musica all'interno della cappella si affievolisca gradualmente. È un momento ricco di simbolismo poiché riflette un finale simile a quello del funerale del Principe Filippo dello scorso anno. Il ruolo di pifferaio del sovrano risale al regno della regina Vittoria. Durante una visita alle Highlands scozzesi, lei e suo marito, il principe Alberto, si innamorarono del suono. Da quando il ruolo è stato creato nel 1843, ce ne sono stati 17. Oggi la musica è suonata dal maggiore Paul Burns, del reggimento reale di Scozia, che ha assunto il ruolo di pifferaio lo scorso anno.

16.21 – Feretro arrivato al castello di Windsor
Il carro funebre con il feretro della regina Elisabetta II è arrivato al castello di Windsor, da quasi mille anni storica residenza reale. Due ali di folla, con migliaia di persone, hanno salutato il passaggio del convoglio, con alcuni che hanno lanciato mazzi di fiori. Il carro funebre percorre il 'Long Walk' del castello in direzione della St. George chapel, con una parata al suono dei colpi di cannone e una campana a morto. Alle 17 (ora italiana) vi sarà un servizio funebre di commiato alla St. George Chapel, poi alle 21.30 (ora italiana) la sovrana verrà sepolta accanto al marito Filippo nella King George VI Chapel, dove riposano i sui genitori e la sorella. 

Compostezza ed emozione per i principini George e Charlotte ai funerali della loro amata "Gan Gan"

16.12 – Da Londra a Windsor: 40 km di folla per salutarla
Quaranta chilometri, 22 miglia, di folla per salutare Elisabetta II. Il corteo con il feretro della sovrana, dopo i funerali a Westminster, ha lasciato Londra per raggiungere il castello di Windsor. Qui sarà tumulata, accanto al principe Filippo, ai genitori e alla sorella Margaret, nella Cappella di San Giorgio. Lungo tutto il percorso, 22 miglia e mezzo, quaranta chilometri, da entrambi i lati, le persone si sono assiepate senza soluzione di continuità per l'ultimo addio alla regina.

16.09 – Zelenska: regina sosteneva l'Ucraina, non lo dimenticheremo
«Un grande onore per me essere presente all'addio a Sua Maestà la Regina Elisabetta II in nome di tutti gli ucraini. La sua attenzione all'Ucraina è stata un importante segno di sostegno. Ci ha augurato tempi migliori e ha condiviso il nostro desiderio di libertà. Ce lo ricorderemo sempre con profonda gratitudine». Lo scrive su Twitter la first lady ucraina, Olena Zelenska, dopo i funerali della regina Elisabetta a Londra.

15.49 – Bandiere a mezz'asta alle istituzioni Ue
Le bandiere dell'Ue davanti alle sedi delle istituzioni europee a Bruxelles sono state abbassate a mezz'asta oggi in occasione dei funerali di Stato della regina Elisabetta II. «I nostri pensieri sono con tutti coloro che la piangono e la ricordano», scrive la Commissione Ue sul suo profilo Twitter.

15.37 – Biden ha lasciato Londra
Joe Biden e la First Lady hanno lasciato Londra a bordo dell'Air Force One dopo aver partecipato ai funerali della regina Elisabetta. Lo riferiscono i giornalisti al seguito. Il presidente americano e la moglie arriveranno in serata a Washington, domani Biden si sposterà a New York dove mercoledì interverrà all'Assemblea generale dell'Onu e poi avrà un bilaterale con la premier britannica Liz Truss.

15.07 – Il feretro verso il castello di Windsor
Il feretro della Regina Elisabetta in viaggio verso il castello di Windsor dove si terrà l'ultimo saluto alla sovrana.

14.50 – È un caso l’assenza di Bin Salman al funerale
Il principe ereditario dell'Arabia Saudita Mohammed Bin Salman, la cui possibile presenza ha sollevato polemiche per il caso dell'omicidio del giornalista Jamal Kashoggi, non ha partecipato al funerale come era previsto. L’Arabia Saudita è stata rappresentata dal principe Turki bin Mohammed al Saud.

14.45 – Il carro funebre lascia Londra
Il carro funebre con il feretro della regina Elisabetta è partito per il castello di Windsor, dove si terrà l'ultimo saluto alla sovrana morta l'8 settembre scorso. Dopo aver sfilato per le vie del centro di Londra tra ali di folla che l'applaudivano al passaggio, il feretro, arrivato a Wellington Arch, è stato trasferito dal carro porta cannoni della Royal Navy al carro funebre della famiglia reale. Salutato dalla famiglia, che lo seguirà in auto, il corteo è partito mentre ancora una volta risuonavano le note di “God save the king”.

Chi sono i leader mondiali che hanno omaggiato la regina: da Biden all'emiro di Dubai

14.40 – Il saluto dello staff davanti a Buckingham Palace
Il personale di Buckingham Palace si è messo in fila fuori dai cancelli per dare l'ultimo addio alla regina quando la sua bara è passata dinanzi al palazzo reale, durante la processione del feretro verso Wellington Arch. La regina considerava Buckingham Palace un po' come il suo ufficio, a differenza del castello di Balmoral e quello di Windsor, con cui aveva legami più personali.

14.30 – Nel pomeriggio a Windsor la cerimonia di commiato
Il carro funebre di Elisabetta II arriverà a Windsor intorno alle 16.06 locali e si unirà a una processione su Long Walk fino al Castello di Windsor. Sarà raggiunto dal re e dai membri della famiglia reale prima di spostarsi verso la Cappella di San Giorgio per la cerimonia di commiato, che si svolgerà alle 17 locali alla presenza di circa 800 persone, tra cui il re, la famiglia reale, i leader del Commonwealth, il personale di tutte le proprietà private. La funzione sarà officiata dal decano di Windsor con la benedizione dell'arcivescovo di Canterbury. La bara della regina sarà sepolta nella cappella di San Giorgio, insieme al principe Filippo e ai genitori, re Giorgio VI e la regina madre, nel corso di una cerimonia privata.

14.16 – A Westminster rimossi i semafori per il corteo
A Westminster ieri sera sono stati rimossi per ragioni di sicurezza i semafori in vista della processione che si sta svolgendo adesso per portare il feretro della regina Elisabetta II fino a Wellington Arch, da dove poi verrà portata a bordo del carro funebre al castello di Windsor. Lo riporta l'emittente britannica Sky News.

13.32 – Alla processione partecipa anche Carlo III
Alla processione partecipa anche re Carlo III, che marcia dietro alla bara, mentre decine di migliaia di persone sono assiepate lateralmente lungo il percorso. Dopo l'arrivo a Wellington Arch la bara di Elisabetta II verrà posizionata sul carro funebre, a bordo del quale verrà trasportata a Windsor. Qui una nuova processione inizierà alle 16.10 ora italiana e re Carlo e altri membri della famiglia reale vi si uniranno alle 16.40. Poi il feretro entrerà nella cappella di San Giorgio per una nuova cerimonia, che si concluderà alle 17.45 ora italiana. Infine, alle 20.30 ora italiana è attesa la sepoltura della regina accanto al marito, principe Filippo, in una cerimonia privata.

Funerali regina, la commozione di Carlo III: il re trattiene a fatica le lacrime

13.31 – Il biglietto di Carlo
«In ricordo amorevole e devoto. Charles R.». Così recita il biglietto nella corona di fiori posta sulla bara della Regina Elisabetta durante il funerale. E' una lunga tradizione della monarchia britannica di mettere la R., a significare «Rex»o «Regina» in latino, dopo il nome per le firme dei documenti ufficiali. Ci sono delle eccezioni, come la Regina Vittoria che si firmava Victoria RI, «Regina Imperator» dopo la sua nomina ad imperatrice dell'India.

Funerali regina, sul feretro di Elisabetta compare un biglietto di re Carlo III

13.22 – La processione verso Wellington Arch
Terminata la funzione nell’Abbazia di Westminster, il feretro di Elisabetta è stato portato al carro per la processione verso Wellington Arch, Hyde Park Corner, dove arriverà alle 14. Il re e i membri della famiglia reale seguiranno nuovamente la bara della regina in processione. Il corteo sarà composto da più gruppi, che includono rappresentanti del Servizio sanitario nazionale, membri della Royal Canadian Mounted Police e distaccamenti delle forze armate del Commonwealth. Il corteo sarà accompagnato dalle salve sparate ogni minuto ad Hyde Park dalla King's Troop Royal Horse Artillery, e dalle campane del Big Ben che suonerà ogni minuto. La processione arriverà a Wellington Arch e il gruppo dei portatori trasferirà la bara sul carro funebre prima che l'auto parta per Windsor. Ci sarà anche un saluto reale e verrà suonato l’inno nazionale. Nel pomeriggio alle 16 a Windsor è in programma un’altra cerimonia. Solo in serata ci sarà la deposizione del feretro. Quando il carro funebre si allontanerà da Wellington Arch, la parata effettuerà un saluto reale e verrà suonato l'inno nazionale. Il re e i membri della famiglia reale partiranno quindi per Windsor.

13.12 – A fine funerali nuovo inno «God save the Queen»
L’inno nazionale del Regno Unito è stato suonato nella sua nuova versione con «God save the king» anziché «God save the queen»a conclusione dei funerali della regina Elisabetta II all’abbazia di Westminster, per riflettere il cambiamento della successione al trono. La versione che è stata suonata - riportano i media locali - è stata composta da Gordon Jacob nel 1953 per l'incoronazione di Elisabetta. Durante l'inno re Carlo III ha fissato la bara della madre.

I funerali di Elisabetta, Harry e Andrea senza divisa: il secondogenito di re Carlo in seconda fila

13.08 – Il raccoglimento dei sudditi durante la diretta tv. A occhi chiusi, in un momento collettivo di cordoglio
Tutti con gli occhi chiusi, in silenzio rispettoso e solenne, come in un collettivo momento di raccoglimento, i sudditi di Elisabetta II salutano la sovrana mentre si conclude nell'abbazia di Westminster la cerimonia funebre. Loro, a decine di migliaia sono fuori e seguono le esequie sui grandi schermi: da un capo all'altro del centro di Londra, vengono inquadrati dalle telecamere che rimandano in diretta tv l'immagine di questo popolo commosso e silenzioso che ha invaso la città come una marea umana, in questo momento immobile nel cordoglio.

13.01 – «The Last Post» poi 2 minuti di silenzio per il Paese chiudono il funerale
Con «The Last post, il richiamo di tromba del XVIII secolo, e due minuti di silenzio a livello nazionale si avvia a conclusione il funerale di Elisabetta II. «The last post» è tradizionalmente il suono della tromba militare che segna la fine della giornata, diventato nel tempo un inno alla memoria.

12.50 – Il piccolo ragno sulla bara scatena entusiasmo sul web
Ignaro dell'attenzione mediatica mondiale, un piccolo ragno ha fatto la sua 'uscita' a sorpresa ai funerali di Elisabetta II: spuntato probabilmente dai fiori, ha trotterellato tranquillo sul biglietto di re Carlo alla madre, posto sulla bara della regina. Sono stati in molti a notarne la presenza e a fotografarlo, nelle dirette televisive, rilanciandolo sul web. «Il ragno più fortunato del mondo», ha «cinguettato» un suddito adorante.

12.46 – Arcivescovo Canterbury: «Pochi leader hanno ricevuto tanto affetto»
«Pochi leader ricevono l'amore che abbiamo visto» per la regina Elisabetta. Lo ha detto l’arcivescovo di Canterbury Justin Welby nel corso del suo sermone alla cerimonia funebre in corso all'abbazia di Westminster.

12.45 – Arcivescovo Canterbury, vita dedicata a servire nazione
Elisabetta II «ha dedicato la sua vita a servire la nazione e il Commonwealth», come aveva promesso nella trasmissione radiofonica fatta per il suo 21esimo compleanno. Lo ha detto l'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, primate della Chiesa d’Inghilterra, nel suo sermone durante la liturgia solenne all'abbazia di Westminster in memoria della defunta regina. Welby ha anche ricordato il «We'll Meet Again» (Ci incontreremo di nuovo) che la sovrana indirizzò in un messaggio ai sudditi nel pieno del lockdown per la pandemia di Covid, ribadendolo ora in nome della fede nell’aldilà. Prima del suo sermone, la premier britannica Liz Truss aveva letto un brano dal Vangelo di Giovanni sulla promessa fatta da Gesù Cristo ai suoi discepoli di un posto nei cieli.

12.41 – Gli occhi rossi di Re Carlo III
L’espressione turbata di re Carlo, e i suoi occhi rossi di commozione, sono al centro di immagini e riprese televisive del funerale della regina Elisabetta in corso all'abbazia di Westminster, a Londra. Il primogenito e successore della sovrana è apparso fortemente emozionato, come i suoi fratelli, mentre segue assorto il rito, recitando le preghiere e gli inni secondo le indicazioni del libretto della liturgia, con al fianco una non meno commossa regina consorte Camilla.

12.33 – Truss e segretario generale Commonwealth per le letture
È stato il primo ministro Liz Truss a leggere la seconda lettura durante la cerimonia funebre di Elisabetta II. La prima era stata letta dalla Baronessa Scotland, segretario generale del Commonwealth.

12.28 – Folla commossa a Hyde Park. Tutti in piedi e commossi
Tutti in piedi ad Hyde park. All'arrivo del feretro della regina Elisabetta II a Westminster, le migliaia e migliaia di persone che da ore attendono il funerale trasmesso nei maxi schermi allestiti nel parco di Londra si sono alzate in piedi per l'estremo omaggio alla sovrana. Le immagini degli arrivi della famiglia reale, della premier Liz Truss, dei grandi del mondo non aveva scaldato gli animi nel prato e a poche centinaia di metri da Buckingham palace. Ma quando il feretro e' stato portato a spalla fuori da Westminster hall molte lacrime hanno solcato i volti di donne e uomini seduti sull'erba in un improvvisato pic nic. Poi la regina e' entrata nell'abbazia che l'ha vista diventare prima moglie poi regina. E in un attimo una folla di migliaia di persone si e' alzata in piedi, all'unisono, molti a capo chino. Alcuni minuti, poi la stanchezza ha avuto la meglio e tutti si sono riseduti. La cerimonia e il corteo che seguira' saranno lunghi e chi ha la fortuna di avere un fazzoletto di terra su cui sedersi ne approfitta e riposa un po'. Molti restano in piedi, sono quelli che, arrivati tardi, non hanno trovato altro che pochi centimetri di spazio per seguire il funerale del secolo.

12.20 – I principini George e Charlotte dietro il feretro a Westminster
La bara è stata seguita lungo la navata centrale all'interno dall'abbazia anche dai principini George e Charlotte, bisnipoti della sovrana, unitisi con la regina Camilla e con le altre consorti al corteo - dietro re Carlo, i suoi fratelli e i suoi figli - solo dentro la chiesa. Il reverendo David Hoyle ha aperto la liturgia dopo il canto di un primo inno solenne, ricordando con la voce inizialmente incrinata dall'emozione il valore simbolico dell'abbazia di Westminster nella lunga vita di Elisabetta II: che qui fu unita in matrimonio con il principe Filippo ancora da principessa ereditaria nel 1947 (inaugurando quella che sarebbe stata un'unione durata 73 anni); e sempre qui fu incoronata solennemente regina nel giugno del 1953, poco più di un anno dopo essere salita sul trono britannico 26enne alla morte di suo padre, re Giorgio VI: il sovrano legato con Winston Churchill alla vittoria nella Seconda Guerra Mondiale.

12.21 – Le parole del decano
«Con ammirazione ricordiamo il suo senso del dovere e la sua dedizione al popolo per tutta la vita. Con gratitudine lodiamo Dio per il suo costante esempio di fede e devozione cristiana», sono state le prime parole del decano di Westminster, David Hoyle, che officia la cerimonia funebre. Sarà invece l'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, a tenere il sermone.

12.00 – Il feretro di Elisabetta entra a Westminster
Il feretro della regina Elisabetta è entrato nell'Abbazia di Westminster, seguito dai suoi quattro figli: re Carlo III al fianco dei tre fratelli, la principessa Anna, il duca di York e il conte di Wessex. A seguire i nipoti della regina, Peter Phillips, il duca di Sussex e il principe di Galles.

11.35 – Il carro militare che porta la bara
La bara della regina Elisabetta II è stata issata in cima a un carro militare della Royal Navy di enorme significato cerimoniale quando verrà trasportata, tra pochi minuti, dalla Westminster Hall all'Abbazia di Westminster. Il carro fu prodotto nel 1896 per la Royal Horse Artillery, ma non è mai stato utilizzato sui campi di battaglia: fu usato invece per il funerale della regina Vittoria nel febbraio 1901, e poi per trasportare le bare di re Edoardo VII, re Giorgio V, re Giorgio VI, Winston Churchill e Lord Louis Mountbatten. Come è tradizione per i funerali di Stato, il carro sarà trainato non da cavalli, ma da 98 marinai della Royal Navy. La processione da Westminster Hall partirà alle 10:44 ora locale. Dietro il corteo, cammineranno i membri della Famiglia reale.

11.48 – Parte il corteo funebre da Westminster Hall: dietro la bara i quattro figli

È partito dalla camera ardente della Westminster Hall il corteo funebre per accompagnare il feretro della regina Elisabetta su un affusto di cannone di epoca vittoriana all'abbazia di Westminster in cui si tiene la liturgia solenne coi leader e dignitari arrivati da tutto il mondo. Re Carlo e gli altri Windsor, Anna, Edoardo e Andrea, seguiti da William e Harry, dopo aver lasciato in auto Buckingham Palace, stanno partendo a piedi al rintocco delle campane da Westminster Hall per seguire il feretro. I principini George e Charlotte, a differenza di quanto anticipato dai media, sono già in chiesa con regina e le principesse consorti.

11.43 – Il feretro della Regina Verso l’Abbazia di Westminster

11.34 – Carlo III arriva all’abbazia di Westminster

11.31 – Liz Truss all’abbazia di Westminster

11.30 – Giunta a Westminster la delegazione cinese
È entrata nell'abbazia di Westminster la delegazione cinese invitata ai funerali della regina Elisabetta, guidata dal vice presidente Wang Qishan. I membri della delegazione indossano mascherine antiCovid con la bandiera cinese, riferisce la Bbc.

11.12 Arrivati i grandi leader mondiali
Joe Biden è arrivato – unica eccezione insieme con il presidente francese Emmanuel Macron – davanti all’abbazia di Westminster a bordo della sua «Beast» blindata. 

11.11 – Cardinale Nichols: il grazie per la sua dedizione alla gente
«Ringraziamo per l'impegno della Regina Elisabetta per il Commonwealth attraverso il suo regno, per la sua capacità di servire e la sua dedizione alla sua gente e per i ricchi legami di unità e sostegno reciproco che ha promosso». Lo sottolinea il primate cattolico di Inghilterra e Galles, card. Vincent Nichols, nella preghiera nel giorno del funerale della Regina. A rappresentare il Papa Francesco e la Chiesa cattolica sarà mons. Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati del Vaticano.

11.16 – Bara su carro di 123 anni trainato da 98 marinai
Tra pochi minuti, alle 11:44 ora locale, la bara della regina Elisabetta II lascera' il Palazzo di Westminster per essere portata alla vicina abbazia: sarà trasportata durante la processione su una carrozza che ha 123 anni, che verrà trainata non da cavalli ma da 98 marinai della Royal Navy, secondo una tradizione che risale al funerale della regina Vittoria. Dietro il corteo, cammineranno i membri della Famiglia reale. Ancora una volta sarà il re a guidare la famglia: CarloIII camminerà a fianco dei tre fratelli, la principessa Anna, il duca di York e il conte di Wessex; dietro al quartetto ci saranno i nipoti della regina, Peter Phillips, il duca di Sussex e il principe di Galles, seguiti dal genero del defunto monarca, il vice ammiraglio Sir Tim Laurence, dal duca di Gloucester, cugino della regina e da suo nipote, il conte di Snowdon.

11.07 – Ultima persona a visitare camera ardente
L’ultimo cittadino a visitare la camera ardente della Regina Elisabetta è stata Chrissy Heerey, un membro in servizio della Royal Air Force di Melton Mowbray. "E' stato uno dei momenti salienti della mia vita e mi sento molto privilegiata a essere qui", le sue parole.

10.40 – Abbazia Westminster affollata 2 ore prima del funerale
È già largamente affollata l’abbazia di Westminster, a due ore dall'inizio del rito religioso solenne dei funerali di Stato della regina Elisabetta, fissato a Londra per le 11 locali (le 12 in Italia). Dalle 9 locali restano libere solo le prime file, destinate a reali e dignitari stranieri che arriveranno fra gli ultimi. Sui circa 2000 ospiti che la chiesa può accogliere all'interno, primi ad arrivare sono state le persone «comuni» in grado di mettere le mani su un invito, i volontari di associazioni caritative patrocinate dalla Royal Family (che re Carlo e gli altri reali hanno voluto coinvolgere secondo tradizione), alcune celebrità ed esponenti politici di ogni colore: ministri del governo Tory di Liz Truss (con il titolare delle Attività Produttive, il tradizionalista brexiteer Jacob Rees Mogg, in abito nero da funerale old fashion e cilindro in testa fino all'ingresso), il leader dell'opposizione Keir Starmer, parlamentari, veterani di tutti i partiti. È stato visto entrare pure Tom Parker Bowles, figlio 47enne nato dal primo matrimonio di Camilla (prima regina consorte divorziata nella storia britannica) con l'ufficiale Andrew Parker Bowles.

10.08 – Mattarella e Laura verso Westminster
Abito nero per Sergio Mattarella, tailleur nero per la figlia Laura. Il presidente della Repubblica ha lasciato l’hotel nel quale ha soggiornato ieri a Londra per raggiungere il check point allestito per i capi di Stato e i re e dirigersi da qui, rigorosamente in pulmino, all'Abbazia di Westminster dove si terranno i funerali della regina Elisabetta II. Alcuni dei 2 mila ospiti stanno già arrivando all’Abbazia, più di due ore dall’inizio del rito. Con Mattarella c’è la figlia Laura, che lo ha accompagnato anche ieri al ricevimento offerto da Carlo III a Buckingham Palace alla vigilia delle esequie. Completo nero e camicia bianca per il presidente, tailleur nero con accessori (scarpe borsetta e cappellino) dello stesso colore per la figlia che indossa anche un filo di perle, unico gioiello considerato appropriato a un funerale dal bon ton internazionale.

9.44 – Londra si ferma
Londra si ferma per l’addio Elisabetta II. Re Carlo ha decretato che oggi sia giornata festiva, quindi uffici, negozi grandi magazzini e locali sono chiusi per tutto il giorno. Restano aperti solo i servizi pubblici e diversi bar intorno ai luoghi dove si svolgerà il funerale. La città sembra sospesa, sfrecciano solo decine di auto diplomatiche che portano le delegazioni verso il checkpoint del Royal hospital Chelsea dal quale leader e reali saranno poi trasferiti, in pulmino collettivo come ieri, a Westminster. Familiari e grandi della terra troveranno posto nelle panche dell'Abbazia di Westminster, rigorosamente nei posti loro assegnati dopo un lavoro diplomatico che ha creato non pochi mal di testa al cerimoniale di Buckingham Palace e al Foreign Office.

9.43 – Borsa chiusa per lutto
Chiusa per lutto la Borsa di Londra, nel giorno in cui si celebrano i funerali della Regina Elisabetta. «Il giorno del funerale di Sua Maestà la Regina, la Borsa di Londra resta chiusa alle negoziazioni», si legge in una nota. Chiuse anche altre diverse attività oggi, mentre i mercati di altri paesi del Commonwealth prevedono di ricordare la morte della monarca chiudendo nei prossimi giorni. In Canada, dove la regina era capo di stato, il governo ha dichiarato per oggi una festa federale in occasione del funerale, ma la Borsa di Toronto continuerà a operare normalmente. In Australia oggi sarà un normale giorno lavorativo, ma il primo ministro Anthony Albanese ha annunciato che giovedì 22 settembre gli australiani avranno un giorno festivo. E quel giorno l'Australian Securities Exchange di Sydney sarà chiuso. Il giorno festivo della Nuova Zelanda sarà lunedì 26 settembre, quando la borsa sarà chiusa.

9.41 – Leader a check point pronti per Westminster hall
Capi di Stato, reali e dignitari stanno già arrivando al check point allestito al Royal hospital Chelsea per partecipare al funerale della regina Elisabetta II. Circa cinquecento tra leader mondiali e consorti saranno 'impacchettati' nella prossima ora e mezzo in pullman collettivi che li porteranno a Westminster. Alle 11 (le 12 in Italia) comincerà quello che viene ormai definito «l’addio finale», a undici giorni dalla morte della sovrana.

9.34 – L’arcivescovo di Canterbury: «Preghiamo per la famiglia Reale»
«Preghiamo per la Famiglia Reale che oggi si riunisce per affidare Sua Maestà la Regina Elisabetta II nelle mani del nostro amato e fedele Dio». Lo chiede su Twitter l’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby. «Ci riuniamo - scrive - per rendere grazie per una vita lunga, vissuta al servizio del suo popolo e del suo Salvatore, Gesù Cristo».

9.26 – Aperta l’abbazia di Westminster Abbey agli invitati al funerale
Con buon anticipo è stato aperto il portone di Westminster Abbey agli invitati ai funerali.

08.01 – Buckingham Palace diffonde ritratto inedito
Un ritratto inedito della regina è stato rilasciato da Buckingham Palace alla vigilia del suo funerale, riporta il Guardian. La foto, scattata a maggio prima delle celebrazioni del Giubileo di platino, mostra la monarca sorridente al Castello di Windsor. Elisabetta indossa la sua collana di perle a tre fili preferita, orecchini di perle e la spilla con acquamarina e diamanti regalo per il 18° compleanno, nel 1944, di suo padre Giorgio VI. L'immagine è stata scattata dal fotografo Ranald Mackechnie, che ha anche realizzato il ritratto della sovrana per il Giubileo.

08.00 – Carlo III «profondamente toccato»
Il re Carlo III ha rivolto stasera un messaggio di ringraziamento al Paese alla vigilia del funerale di stato di Elisabetta II. «Negli ultimi dieci giorni, mia moglie ed io siamo stati così profondamente toccati dai tanti messaggi di cordoglio e sostegno che abbiamo ricevuto da questo Paese e da tutto il mondo», ha dichiarato Carlo. «A Londra, Edimburgo, Hillsborough e Cardiff siamo stati commossi oltre misura da tutti coloro che si sono presi la briga di venire a rendere omaggio al servizio per tutta la vita della mia cara madre, la defunta regina. Mentre ci prepariamo tutti a dire il nostro ultimo addio, volevo semplicemente cogliere l’occasione per dire grazie a tutte quelle innumerevoli persone che sono state di tale sostegno e conforto per la mia famiglia e per me stesso in questo momento di dolore».

07.50 – Chiusa la camera ardente
La camera ardente con il feretro di Elisabetta II è stata chiusa al pubblico. Alle 11 (le 12 in Italia) il via ai funerali. Negli ultimi giorni, migliaia di persone hanno atteso per ore in fila per rendere omaggio al feretro della sovrana scomparsa lo scorso 8 settembre a 96 anni. 

07.40 – Le musiche scelte dalla stessa sovrana
L’ordine di servizio per il funerale di stato della regina è stato pubblicato per la prima volta, rivelando un’emozionante selezione degli inni, delle canzoni, delle preghiere e dei recital preferiti di Sua Maestà, tutti scelti dal defunto monarca. Il Monet di William Henry Harris sarà suonato come tributo al famoso organista e compositore che insegnò alla Regina a suonare il pianoforte.

07.00 – Alle esequie parteciperanno anche i principini, figli di William e Kate. 
Alle esequie parteciperanno anche i principini George e Charlotte, i figli di William e Kate nonché secondo e terza nella linea di successione al trono britannico. Nove anni il primogenito e 7 Charlotte saranno i più giovani in lutto al funerale di stato della bisnonna nell'Abbazia di Westminster. I due bisnipoti più grandi, simbolo della continuità dinastica futura in casa Windsor, ma assenti finora a tutti gli eventi funebri pubblici seguiti alla morte di Elisabetta I l'8 settembre, erano soliti rivolgersi alla bisnonna-regina con il nomignolo di «Gan Gan», come ricordano i giornali del Regno. Cammineranno dietro ai loro genitori - e davanti a Harry e Meghan - mentre seguono la bara della regina all'interno. Prima della funzione, verrà suonata una campana da tenore ogni 60 secondi per 96 minuti, il numero di anni vissuti dalla regina.


 

I commenti dei lettori