In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Caso Ungheria al Parlamento europeo, Fratelli d’Italia e Lega votano no alla risoluzione contro Orban. La maggioranza italiana si spacca, Forza Italia dice sì

Il partito del premier e il Carroccio contro il testo che chiede alla Commissione di resistere alle pressioni dell’Ungheria sullo sblocco dei fondi europei a Budapest. Solo Bonfrisco e Gancia tra i leghisti dicono sì

emanuele bonini
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Creato da

Sul rispetto dello Stato di diritto non sta facendo abbastanza, e anche se venissero attuate completamente tutte le misure concordate e promesse, le stesse «non sono sufficienti ad affrontare il rischio sistemico per gli interessi finanziari dell'Ue». Per questo motivo l’Aula del Parlamento europeo chiede di escludere l’Ungheria dall’erogazione dei fondi comunitari. Ci sono in ballo 7,5 miliardi di euro, già oggetto di rischio congelamento per problemi legati alla corruzione e agli appalti pubblici. Il Parlamento europeo chiede di procedere in tal senso, approvando una risoluzione che non non è legislativa ma dal messaggio politico molto chiaro, respinto della forze di maggioranza in Italia.

Il testo è stato approvato con 416 ‘sì’, 124 ‘no’ e 33 astensioni. Tra i voti contrari quelli degli europarlamentari di Lega e Fratelli d’Italia, che confermano simpatie e sostegno all’Ungheria di Viktor Orban, e che innescano un dibattito tutto tricolore nell’Aula a dodici stelle.

«La risoluzione del Parlamento europeo sullo stato di diritto in Ungheria va nella giusta direzione», sottolinea Laura Ferrara, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, che aspettava le forze di maggioranza in Italia al varco. «Il governo Meloni dovrà decidere se schierarsi dalla parte di Orban o da quella di tutta l’Unione europea che pretende il rispetto dei più elementari diritti fondamentali». I deputati europei di Fratelli d’Italia e Lega si sono espressi.

Tra le fila del gruppo dei conservatori (Ecr) Berlato, Fidanza, Fiocchi, Milazzo, Nesci, Procaccini e Sofo votano uniti e compatti in difesa dell’amico di Budapest, e lo stesso fanno i deputati del Carroccio, da cui si sfila la sola Anna Bonfrisco, che invece vota per il congelamento delle risorse europee per «proteggere il bilancio UE dalle violazioni dei principi dello Stato di diritto in Ungheria», come recita il testo della risoluzione. Non solo. Anche nel caso in cui l’Ungheria dovesse smettere nei suoi sforzi di correzione, si chiede a Commissione e soprattutto agli Stati riuniti in Consiglio di procedere ad una «correzione finanziaria», vale a dire chiudere i rubinetti del credito comunitario.

E’ questo l’ultimo, nuovo, atto di uno scontro sempre più frontale tra Parlamento europeo e il governo di Viktor Orban. In occasione della sessione plenaria di settembre, non più tardi di due mesi fa, l’Aula ha approvato una risoluzione in cui si accusa l’Ungheria di non essere più una democrazia quanto una «autocrazia elettorale».

I commenti dei lettori