In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

L’appello lanciato da “La Stampa” per la liberazione di Fahimeh Karimi cresce come un’onda e coinvolge il mondo politico e culturale

Oggi le adesioni di Enrico Letta, Matteo Renzi, Giuseppe Conte, Beppe Sala, il ministro Sangiuliano e Carla Bruni

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Creato da

L'appello lanciato da La Stampa per la liberazione di Fahimeh Karimi, la madre di tre bambini condannata a morte dal regime per un calcio a un paramilitare Basiji, ha superato le 20 mila firme e raccolto adesioni che stanno via via coinvolgendo anche il mondo politico, oltre a quello culturale e delle professioni [l’appello può essere firmato qui]. Questa mattina sono arrivate a La Stampa le adesioni di Enrico Letta, Matteo Renzi, Giuseppe Conte, del sindaco di Milano Beppe Sala, del ministro alla Cultura Gennaro Sangiuliano, dell’ex-presidente della Camera Roberto Fico e della deputata Pd Laura Boldrini. Madre di tre bambini, Fahimeh Karimi è stata condannata a morte dal regime per un calcio a un paramilitare Basiji. Italia e Ue facciano pressione per la sicurezza e l’incolumità delle migliaia di arrestati nelle proteste.

«Vi chiediamo di aderire e di sostenere questo grido di dolore e di sdegno. Ci riguarda tutti, perché l’intera umanità è sconfitta ovunque vi sia un sopruso, un’ingiustizia, un diritto negato, una vita violata» aveva scritto ieri il direttore della Stampa Massimo Giannini spiegando il motivo della nascita della petizione. E il suo messaggio è stato immediatamente raccolto da un mondo trasversale che mette insieme cultura, politica, società civile e semplici cittadini.

«Ho firmato l'appello de La Stampa per la vita di Fahimeh Karimi, l’allenatrice iraniana di pallavolo condannata a morte dal regime di Teheran. Il governo italiano alzi la sua voce di condanna e si adoperi per fermare le pene capitali di chi in #Iran si batte per la libertà». Ha scritto sui social Laura Boldrini, deputata del Partito Democratico.

«Alessia Piperno racconta di una sua compagna di cella, madre di tre bambini e allenatrice di pallavolo. Si chiama Fahimeh Karimi. Sono state nello stesso angusto spazio per più di un mese, poi un giorno è stata accompagnata in infermeria e non è più tornata. E in questi giorni Alessia ha scoperto che è stata condannata a morte. Una storia, l'ennesima, di sopraffazione e dolore», aggiunge Fico. «È necessario che il nostro Paese e l'intera comunità internazionale rafforzino il proprio impegno per le donne iraniane che stanno lottando per il rispetto dei loro diritti, per chiedere libertà e dignità. Ed è per questo che ho firmato in queste ore l'appello promosso da 'La Stampa'". Così Roberto Fico sui suoi canali social annuncia la firma della petizione promossa dal quotidiano La Stampa per chiedere la liberazione di Fahimeh Karimi e il rispetto dei diritti delle donne iraniane», conclude il pentastellato. Stamattina l’appello è stato firmato anche da Carla Bruni.

I commenti dei lettori