Coronavirus, svolta dal Cts: basterà un solo tampone negativo per risultare guariti

Al vertice del Comitato tecnico scientifico era presente anche il ministro della Salute Speranza: la quarantena scende da 14 a 10 giorni (ma non per tutti)

Non sarà più necessario il doppio tampone negativo per confermare la fine della quarantena. Basterà, infatti, il singolo tampone, ovviamente con esito negativo, per decretare la guarigione di chi si è ammalato di Covid. La decisione è arrivata oggi al termine della lunga riunione del Comitato tecnico scientifico. Era presente anche il ministro della Salute Roberto Speranza. Anche la quarantena passerà da 14 a 10 giorni, ma non per tutti. Questo sarà lo schema: varrà per le persone in quarantena a scopo precauzionale che hanno avuto contatto stretto con un positivo. Dopo 10 giorni faranno il tampone e, se negativo, potranno uscire. Idem se il positivo è asintomatico: farà un solo tampone e se dopo 10 giorni risulterà negativo potrà uscire. Discorso differente, invece, per i sintomatici positivi: per loro restano i 14 giorni di quarantena, dopodiché se seguiranno tre giorni senza sintomi potranno rifare il tampone. A seconda dell’esito di quest’ultimo potranno uscire o continuare l’isolamento preventivo.

Coronavirus, è possibile fare attività sportiva indossando la mascherina?


Questa decisione è destinata a cambiare molto la gestione della pandemia, perché libererà in tempi molto più ragionevoli le persone che erano state contagiate. C’è poi un altro motivo non trascurabile. La ragione della posizione del ministro Speranza sta anche nel fatto che l’intervento ridurrà fin da subito la forte pressione sul sistema nazione dei tamponi. Questo permetterebbe un risparmio importante in termini di risorse che poi verrebbero dirottate per effettuare molti più tamponi. Una svolta importante mentre il governo sta approntando una nuova stretta per arginare i contagi: dagli sport amatoriali, ai ristoranti alle occasioni di convivialità (feste, battesimi, matrimoni potrebbero avere non più di 30 invitati). Domani cabina di regia tra Stato e Regioni per organizzare una nuova cabina di regia, in attesa del dpcm che dovrebbe essere approvato non oltre martedì.

Covid, Salvini contro la stretta del governo: "Non pensi a richiudere, ci si contagia di più a casa"


 

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi