Dramma in Texas, bimbo di 3 anni uccide il fratellino di 8 mesi con una pistola

La ferita all’addome non ha lasciato scampo al neonato: la corsa in ospedale non è servita a nulla

Dramma a Houston, in Texas, dove un bambino di tre anni è entrato in possesso di una pistola nell'appartamento dove si trovava e ha aperto il fuoco contro il fratellino di 8 mesi, uccidendolo. Il neonato, ha riferito l'assistente capo della polizia di Houston, è stato colpito all'addome: le persone che erano all'interno dell'appartamento lo hanno portato all'ospedale più vicino, dove è morto.

Quest’episodio ha riportato d’attualità il dibattito sulle armi negli Stati Uniti, con l’assistente capo della polizia Wendy Baimbridge che ha lanciato l’appello: «Voglio cogliere questo momento per supplicare genitori e tutori di non permettere a nessuno di accedere alle proprie armi da fuoco in casa - ha detto Baimbridge - Tenetele sotto chiave. Ci sono anche altri modi per rendere sicura un'arma. Per favore, pregate per questa famiglia. Questo è un tragico evento''. Gli investigatori accorsi sul posto non hanno rinvenuto subito l'arma, che hanno poi trovato all'interno del veicolo usato dai membri della famiglia per trasportare il bambino ferito in ospedale. 

Video del giorno

Morte del sindacalista, schiaffo al responsabile della sicurezza in diretta tv

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi