Covid nel mondo, in Germania contagi raddoppiati in 24 ore

Nessun cessato allarme per Omicron. Ovunque, dati alla mano, si fa appello perché tutti si vaccinino in fretta. In Australia il giorno più nero della pandemia

Contagi da Covid raddoppiati in Germania nelle ultime 24 ore. Secondo il Roberto Koch Institute, sono stati registrati 74.405 nuovi casi, più del doppio rispetto ai 34.100 contagi delle 24 ore precedenti. I morti sono stati 193, portando a 115.842 il numero dei decessi a causa del coronavirus.

Lunedì l'Australia ha vissuto il suo giorno più nero della pandemia: un focolaio di Omicron in rapido movimento ha continuato a spingere i tassi di ospedalizzazione a livelli record, anche se le infezioni giornaliere sono leggermente diminuite. L'Australia sta affrontando la sua peggiore epidemia di Covid 19, alimentata dall’ultima variante del coronavirus che ha portato più persone negli ospedali e in terapia intensiva che in qualsiasi altro momento durante la pandemia. È stato registrato un totale di 77 morti, superando il precedente massimo nazionale di 57 lo scorso giovedì, secondo i dati ufficiali.  «Oggi è un giorno molto difficile per il nostro stato», ha detto il premier del New SouthWales (NSW), Dominic Perrottet. Solo quattro di coloro che sono morti nel NSW avevano ricevuto un'iniezione di richiamo del vaccino, spingendo i funzionari sanitari dello stato a esortare le persone a evitare ritardi e ad assumere presto la terza dose. Il Queensland ha detto che nessuno dei 16 decessi record di martedì nello stato aveva ricevuto colpi di richiamo. Finora, l'Australia ha segnalato circa 1,6 milioni di infezioni dall'inizio della pandemia, di cui circa 1,3 milioni nelle ultime due settimane. I decessi totali sono stati 2.776.

La Cina ha visto lunedì i nuovi casi di Covid-19 scendere a 171, meno dei 223 contagi del giorno precedente pari ai massimi da marzo 2020: la Commissione sanitaria nazionale, nei suoi aggiornamenti quotidiani, ha riportato la conferma di 127 infezioni a trasmissione locale, di cui 102 nella provincia di Henan, 18 nella città portuale di Tianjin (il primo focolaio domestico di variante Omicron), cinque nel Guangdong e uno ciascuno a Pechino e nello Shaanxi. I 44 casi importati, invece, fanno capo a nove province, mentre tre contagi sospetti sono stati individuati a Shanghai. La Commissione, in una nota, ha citato anche 33 nuovi asintomatici, di cui 32 di provenienza esterna. Il totale dei casi segnalati in Cina dallo scoppio della pandemia è salito a quota 105.258, con 3.530 pazienti ancora sotto trattamento medico, di cui 14 in gravi condizioni. Fermo a 4.636, invece, il numero dei decessi.

Nelle ultime 24 ore, altre tre persone sono morte in Venezuela a causa del Covid-19, portando a 5.383 il numero dei morti dall'inizio della pandemia. Lo ha ha annunciato il ministro delle comunicazioni Freddy Na'nez. «Purtroppo, abbiamo tre nuovi morti e raggiungiamo quota 5.383», ha detto il ministro sul suo account Twitter, rendendo noto che i tre decessi si sono verificati a Caracas. Per quanto riguarda le nuove infezioni, Na'nez ha riferito che nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 1.618 nuovi casi di cui 1.609 dalla trasmissione comunitaria e nove importati: quattro dall'Argentina, due dal Messico, uno dalla Colombia, uno dalla Repubblica Dominicana e uno dal Portogallo.

Video del giorno

Cappella Sistina, Jason Momoa si scusa coi fans italiani per le foto: “Non volevo offendervi”

Barrette di ceci, cioccolato fondente, mandorle e uvetta

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi