Scritte e vernice, vandali al Giardino dei Giusti di Milano. L’aveva inaugurato Liliana Segre

Nato per celebrare chi ha lottato in difesa dei diritti umani e contro i genocidi e i totalitarismi, era stato ristrutturato da poco