Draghi cita Carli: “Il Pnrr opportunità per ridurre diseguaglianze”

Il premier: dobbiamo programmare e dobbiamo collaborare

“Programmare e collaborare” a tutti i livelli: governo, territorio e privati, «procedendo in modo coerente e ordinato». Solo così l'Italia potrà cogliere l'occasione storica rappresentata dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. Mario Draghi lo dice intervenendo in un videomessaggio inviato alla Fondazione guido ciarli in occasione dell'evento: «Il mondo nuovo». «Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è un'occasione storica per rendere l'industria e l'economia più innovative e sostenibili. Rappresenta anche un'opportunità straordinaria per ridurre le diseguaglianze: di genere, di reddito, generazionali. Per realizzare questi obiettivi, dobbiamo procedere in modo coerente e - come direbbe Carli - ordinato». Quindi, per il premier, «dobbiamo collaborare e dobbiamo programmare». Ringraziando la presidente Romana Liuzzo e il Presidente onorario Gianni Letta per l'invito, draghi ha ricordato che «Guido Carli è stato una figura fondamentale per la nostra Repubblica. Membro della Consulta nazionale, Governatore della Banca d'Italia, più volte Ministro, Senatore. Ha rappresentato l'Italia in momenti chiave del dopoguerra, da Bretton Woods alla firma del Trattato di Maastricht», ha aggiunto Draghi.

Video del giorno

Metropolis/13 Live Speciale Quirinale - Salti di fine stagione. Con Corrado Augias e Stefano Folli

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi