Intervista doppia

Accordo prematrimoniale: cos'è e a cosa serve. I consigli di due avvocatesse

Beyoncé e Jay-Z hanno stipulato un patto prematrimoniale. In caso di divorzio, la cantante riceverebbe 15 milioni di dollari per ogni figlio
Beyoncé e Jay-Z hanno stipulato un patto prematrimoniale. In caso di divorzio, la cantante riceverebbe 15 milioni di dollari per ogni figlio
 
Il patto fra due persone che stanno per sposarsi e stabiliscono cosa accadrà in caso di divorzio ha valore legale nei Paesi anglosassoni, mentre in Italia non c'è ancora una legge. Ma serve davvero? È utile solo per i ricchi o è conveniente per tutti? Rispondono due famose avvocatesse specializzate nel diritto di famiglia
8 minuti di lettura

C’è un’espressione inglese da aggiungere al vocabolario italiano: “pre-nuptial”. Significa accordo pre-matrimoniale: ovvero patto stretto fra due persone che stanno per sposarsi in cui concordano come comportarsi se un giorno decideranno di divorziare. Suona poco romantico, ma in amore occorre anche essere realisti, specie se si vogliono evitare brutte sorprese e difendere i propri diritti. Solo che sul “pre-nuptial”, già accettato con valore legale in Inghilterra, ancora allo stato di proposta di legge in Italia, circolano molti dubbi e qualche malinteso.