Guida
Photo courtesy ©Estrid
Photo courtesy ©Estrid 
Guida

Depilazione fai da te, guida alla rasatura estiva con i consigli degli esperti

La rasatura con lametta resta uno dei metodi più praticati dagli italiani. Con l'aiuto di dermatologi ed esperti, capiamo come ottenere una pelle liscia e levigata, proteggendola da irritazioni. E scopriamo le novità più attente alla persona e all'ambiente, dai rasoi vegani ai due in in uno che insaponano e depilano

3 minuti di lettura

Metodo spesso guardato con reticenza, in special modo dai fautori dello strappo con cera, la rasatura rimane una pratica molto diffusa tra gli italiani. Lo dimostrano diverse ricerche: secondo uno studio Philips su un campione di 150 persone - uomini e donne tra i 20 e i 60 anni - il 56% degli intervistati adopera il rasoio, contro il 55 della ceretta. Altro dato che emerge, forte dell'eredità della pandemia, è che la depilazione in casa resta la favorita. Le statistiche Braun, elaborate in collaborazione con l’Istituto di Ricerca Sociale e Marketing Eumetra su un campione di mille donne tra i 16 e i 60 anni, parla del 76% di preferenze per le mura domestiche, nuovo salone di bellezza. Infine, le ricerche testimoniano un aspetto rincuorante, ovvero il desiderio di depilarsi per soddisfare un bisogno personale e non il giudizio della società. Se la rimozione dei peli è una necessità ancora forte, sentita tutto l'anno e non solo in estate, è per riconciliarsi con sé stessi e la propria immagine, non per ben apparire agli occhi degli altri.

La questione della rasatura è controversa in quanto più pratica e meno dolorosa per la rimozione del pelo, ma insidiosa per la ricrescia. Durante la bella stagione, si fa ancora più delicata, visti fattori quali l'esposizione al sole e il contatto con la sabbia, in caso di vacanze al mare. Se la lametta non è da demonizzare, occorrono però alcune accortezze che abbiamo indagato con l'aiuto degli esperti. 

 

Il parere del dermatologo

Abbiamo rivolto alcune domande in tema rasatura e abbronzatura al professor Leonardo Celleno, dermatologo e presidente dell'Associazione italiana dermatologia e cosmetologia. 

L’epilazione con rasoio (classico o elettrico) non è la più raccomandata, eppure rimane uno dei metodi più praticati per la rimozione del pelo, in diverse zone del corpo. Quali sono i consigli per effettuarla con meno contrordini possibile?
"Innanzitutto è necessario utilizzare un prodotto che aumenti la scorrevolezza del rasoio, ammorbidisca i peli e protegga la pelle. Senza ricorrere alla meno specifica schiuma da barba dell'eventuale partner- e ancor meno a lamette da rasatura del volto- esistono cosmetici pensati per le donne che prevengono dall'insorgenza di irritazioni e sovra infezioni. È importante cambiare il rasoio dopo un certo numero di volte, variabili da persona a persona, in quanto la lama deve recidere nettamente il pelo e non strapparlo. Dopo la rasatura, preferita spesso per la sua semplicità e velocità di realizzazione, è davvero utile applicare un'emulsione fluida lenitiva e con attività disinfettante".

Leocrema Dermo Gel Aloe per il post rasatura
Leocrema Dermo Gel Aloe per il post rasatura 

In estate, come regolarsi per l’esposizione al sole successiva alla rasatura?
"Sarebbe meglio evitare di radersi nei giorni immediatamente precedenti all'esposizione solare perché piccole infiammazioni, che possono sempre verificarsi, potrebbero tramutarsi in ipopigmentazioni peri-follicolari, in macchie brune in altri termini, difficili da eliminare e che potrebbero durare giorni o settimane. Se proprio non se ne può fare a meno, dopo la rasatura è essenziale applicare un prodotto antiarrossamento lenitivo che eviti l'insorgenza delle follicoliti, appunto le infiammazioni che si verificano attorno al pelo reciso. Irrinunciabile sarà poi una adeguata foto protezione con SPF alto (da 30 in poi) per contrastare la formazione dell'eritema solare".

Quali sono le sostanze lenitive da prediligere nelle lozioni da applicare post rasatura?
"Ne esistono molte, dall'aloe all'acido betaglicirretico della liquirizia, a molti derivati ed estratti delle piante come la malva o altri anti ossidanti anti infiammatori come i polifenoli, sempre di derivazione vegetale. Sconsiglio lozioni fai da te, perché alcune sostanze naturali, sotto il sole o su una pelle arrossata, possono causare l'insorgenza di reazioni foto tossiche, che danneggiano la pelle. Meglio quindi affidarsi ad un esperto. Se il prodotto, poi, risale all'anno precedente, leggere il "PAO", il simbolo con un barattolino aperto e dei numeri che indicano per quanto tempo si può utilizzare il prodotto una volta aperto".

Qual è l'intervallo ideale da rispettare tra una rasatura e l’altra?
"Dipende dalle caratteristiche della persona e dalla velocità di ricrescita dei propri peli, non si può stabilire un intervallo universale. Meglio però aspettare che i peli spuntino evidentemente sulla superficie della pelle, così da poter essere facilmente raggiunti dalla lama del rasoio senza esercitare un'eccessiva pressione che finirebbe per abradere la pelle".

 

Rasoi attenti

I rasoi vegani Estrid
I rasoi vegani Estrid 
Le proposte di lamette e rasoi elettrici che vadano incontro alle necessità della pelle e anche a quelle dell'ambiente sono, per fortuna, sempre più ricche. Il brand svedese Estrid persegue una missione di sostenibilità che parte da rasoi vegani a cinque lame ed una striscia idratante, per tutti e per varie parti del corpo. Tramite un servizio ad abbonamento, è possibile ricevere direttamente a casa le testine da cambiare agli allegri rasoi color sorbetto, così da sostituire frequentemente le lame senza sprechi. Ecco i cinque consigli di Estrid per una pelle liscia, senza rossori né infiammazioni, post depilazione.

  • No alla rasatura a secco: sempre prevedere uno strato morbido di protezione per la pelle;
  • L'Idratazione è necessaria, prima, durante e dopo il passaggio del rasoio;
  • No alla rasatura contropelo, per assicurare la corretta ricrescita;
  • Per preparare la pelle alla depilazione è importante anche l'esfoliazione, con uno scrub che aiuti la riproduzione cellulare e ad evitare l'insorgenza di peli incarniti;
  • Cambiare regolarmente le lame.

Wilkinson Intuition Sensitive Care 2 in 1, deterge e depila
Wilkinson Intuition Sensitive Care 2 in 1, deterge e depila 
Tra le soluzioni che guardano al bisogno di detersione e idratazione c'è il rasoio che insapona e depila di Wilkinson: basta inumidire la pelle e, al passaggio delle quattro lame ultrasottili, a contatto con l'acqua si crea una mousse, arricchita di aloe. Ci pensa anche Gillette con il suo popolare Venus con gel incorporato.

Gillette Venus ComfortGlide Spa Breeze, con gel incorporato sulla testina
Gillette Venus ComfortGlide Spa Breeze, con gel incorporato sulla testina 
Il Silk-épil Braun diventa sempre più performante, con testina completamente flessibile che si adatta a tutte le zone del corpo e meccanismo MicroGrip che arriva a catturare peli tre volte più corti della ceretta.

Braun Silk-épil 9 Flex
Braun Silk-épil 9 Flex 

Il rasoio Philips Lumea depila con una lampada a luce pulsata intensa©Philips
Il rasoio Philips Lumea depila con una lampada a luce pulsata intensa

©Philips 
Una piccola ma crescente percentuale di persone si affida infine a rasoi a luce pulsata. Secondo il rapporto Philip citato sopra si tratta del 12% degli intervistati. La tecnologia IPL, luce pulsata intensa, interviene sulla radice del pelo, rallentandone la ricrescita e prolungando la fase di riposo del follicolo. Un trattamento vero e proprio, quindi, che ripetuto con regolarità, oltre a estirpare lascia la pelle levigata e liscia più a lungo. Si consiglia di iniziare con una frequenza di due settimane per i primi due mesi e poi passare a un ritmo di una volta al mese.