In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
Storie
Kate Moss alla sfilata Lagerfeld Primavera/Estate il 14 ottobre 1995 a Parigi. Foto Getty Images
Kate Moss alla sfilata Lagerfeld Primavera/Estate il 14 ottobre 1995 a Parigi. Foto Getty Images 
Storie

Kate Moss, le mille vite di Miss Inghilterra

Simbolo della Cool Britannia, un’esistenza al limite, ha saputo rialzarsi e reinventarsi. Oggi ha una agenzia di talenti e una linea beauty. Domani chissà

3 minuti di lettura

Voglio concentrarmi sulla gestione della carriera delle persone, non solo sul business». Si apre così, con un suo virgolettato, il sito della talent agency inglese nata nel 2016, che porta ovviamente il suo nome perché non c’è brand più forte di quello. Non tutti sanno però come si conclude quella citazione: «Non voglio facce carine, io voglio persone che sappiano cantare, ballare e recitare. Voglio creare delle star».
Lei si chiama Kate, e dagli anni Novanta è la Kate più famosa al mondo, notorietà che oggi condivide – subito prima o subito dopo – con la sua connazionale Middleton, futura regina britannica. Ed è in questa affermazione della sua fondatrice che la Kate Moss Agency si posiziona come qualcosa di diverso dalle altre agenzie di modelli e modelle, perché la prima rappresentata è proprio lei, Kate Moss. A quasi 49 anni – e a 30 dal momento in cui divenne uno dei volti della Cool Britannia – ha dimostrato di sapersi reinventare, cadere, rialzare, sparire, riapparire, sorprendere, vivere mille vite senza necessariamente rinnegare le precedenti. La carriera da top model, per dire, non l’ha mai del tutto abbandonata. Ma che fosse anomala forse si capiva già dalle sue prime apparizioni, quando incarnava proprio uno di quei talenti che la sua agenzia oggi ha deciso di andare a scovare: qualcuno di diverso, fuori dagli stereotipi e dagli schemi. 

Kate Moss sui gradini del Museo di Storia Naturale di Londra nel 1997. Foto Getty Images
Kate Moss sui gradini del Museo di Storia Naturale di Londra nel 1997. Foto Getty Images 

Ma come si fa a trovare l’ingrediente che rende una ragazza qualunque una Kate Moss? La sua strategia è scegliere i talenti rintracciandoli nei mondi più disparati, dalle piste da skate al teatro, eccezion fatta per la giovane Lila Grace Moss Hack, che ha individuato tra le mura di casa, e a cui fa da momager, come lei stessa racconta. Anche se non lo ha mai dichiarato apertamente, infatti, Moss ha aperto l’agenzia esattamente quando la figlia Lila, oggi ventenne (avuta dall’imprenditore Jefferson Hack e nata il 29 settembre 2002), ha iniziato a posare come modella, scritturandola e assicurandole così solo ingaggi che l’avrebbero fatta sentire a suo agio. Ma la stessa attenzione e cura Moss la riserva a tutti i suoi talenti, ai quali garantisce sempre che ci sia un rappresentante dell’agenzia presente sul set pronto ad alzare il cartellino rosso se qualcosa dovesse risultare “inappropriato”.
L’agenzia non è però solo frutto della volontà di Moss. È stata pianificata e strutturata grazie alla collaborazione con Lucy Baxter, storica agente di Kate alla Storm, agenzia di moda che l’ha seguita per 27 anni, mai abbandonata da entrambe, fino a questa nuova avventura. Basta dare uno sguardo al portfolio per capire che “pochi ma buoni” è il loro mantra. Kate conosce i suoi assistiti uno a uno, alcuni addirittura da quando erano bambini, come Ella Richards, nipote di Keith Richards, di cui è madrina. Nella sua scuderia i modelli sono anche dj, ballerini, parolieri e attivisti. Tra i big name emergono la cantante e attrice Rita Ora e Stella Maxwell, supermodel nota anche per essere stata fidanzata con Kristen Stewart. Tra gli astri nascenti, poeti come Sonny Hall o musicisti adolescenti come Vincent Rockins. Non pervenuta, invece, la sorellina Lottie Moss, figlia del padre di Kate, ormai lanciata da anni nella carriera di modella proprio grazie alla Storm, che però l’ha scaricata lo scorso marzo perché ingestibile, a causa della sua virata bizzarra fatta di chirurgia estetica, lingerie sexy, un account Onlyfans molto esplicito e un passaggio in rehab per dipendenza da cocaina. 

Kate Moss (48 anni) con la figlia Lila Grace Moss Hack (20), che rappresenta nell’agenzia di talenti fondata nel 2016. Foto Stephane Cardinale/Corbis via Getty 
Kate Moss (48 anni) con la figlia Lila Grace Moss Hack (20), che rappresenta nell’agenzia di talenti fondata nel 2016. Foto Stephane Cardinale/Corbis via Getty  

E Kate? Nonostante conosca fin troppo bene questa dipendenza e abbia sperimentato sulla sua pelle la gogna pubblica che ne consegue (nel 2005 Cocaine Kate fu il titolo tormentone dei tabloid per mesi), al momento non sembra volerla accogliere. Eppure i suoi talenti spesso sono amici in cui Moss crede così tanto da dichiarare che le si «spezza il cuore quando questi non vengono scritturati». 
Insomma, a poco a poco, si è allontanata dalla versione che la voleva protagonista delle passerelle, delle notti londinesi e degli scandali, e con delicatezza, si è reinventata e posizionata. La modella è diventata una manager che, attraverso collaborazioni intelligenti, ha sperimentato un po’ di tutto: stilista e direttrice di giornale, designer di carta da parati, attrice e musicista, fino alla creazione della sua linea beauty, la Cosmoss, lanciata la scorsa estate, e chissà cosa inventerà intorno alla sua nuova passione per il giardinaggio. 

Un’unica certezza: qualsiasi cosa abbia fatto, ha sempre voluto essere coinvolta in tutto il processo creativo. Ed è per questo che la sua credibilità è alle stelle. Persino nella gestione dell’account Instagram dell’agenzia, anche se è nota la sua avversione per i social. Un silenzio mediatico che oggi allenta grazie all’agenzia, convogliando lì tutti i suoi fan. E così, dal 2016 a oggi, @katemossagency ha raggiunto 1,4 milioni di follower, sorpassando a destra gli account di agenzie storiche come Elite o Ford Models, che non arrivano neppure al milione. Fortuna o una mossa strategica di business niente affatto casuale?