In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
AVRÒ CURA DI TE
Prove di rivoluzione
AVRÒ CURA DI TE

Prove di rivoluzione

Il riscaldamento globale “ha fatto anche cose buone”? Grande è la confusione nelle nostre teste e gigantesca la catastrofe che incombe su di noi

2 minuti di lettura

Per fortuna le previsioni del tempo indicano che ci sarà un inverno molto caldo”. Ho letto un articolo che iniziava così, su un quotidiano on line. Il tema era ovviamente il caro bollette, la difficoltà nell’approvvigionamento del gas. Grande è la confusione nelle nostre teste e gigantesco il problema sociale che ci sta per travolgere. Per fortuna c’è il cambiamento climatico. Almeno una buona notizia! 
Pensate che incubo se tutto il casino che abbiamo fatto alla Terra avesse invece causato un abbassamento delle temperature, se adesso dovessimo contrastare l’avanzamento dei ghiacci e bande di pinguini assetati di sangue. Per fortuna fa sempre più caldo, le estati sono roventi e gli inverni miti e avremo quindi bisogno di una minore quantità di quel gas che importiamo dal dittatore pazzo. 
Dunque il riscaldamento globale “ha fatto anche cose buone”? Grande è la confusione nelle nostre teste e gigantesca la catastrofe che incombe su di noi. Che, soldatini silenziosi e obbedienti, marciamo come una falange verso la soluzione, anche se nessuno ha idea di quale potrebbe essere. Compriamo borracce, ospitiamo amici e vicini sotto la doccia, non prendiamo più gli aerei per andare a trovare la fidanzata in Erasmus a Praga, non mangiamo carne, non ci puliamo gli orecchi con i cotton fioc (o quantomeno li ingoiamo subito dopo) e soprattutto dividiamo diligentemente in più contenitori possibili la spazzatura. E tutto questo mentre continuano a dirci che non servirà a niente, che ormai è troppo tardi. Che i comportamenti virtuosi del singolo sono solo minuscole dilazioni: l’onda arriverà comunque, o l’incendio o il terremoto. 
La fine sta lì e ci guarda con tenerezza, come il leone guarda la gazzella un attimo prima di lanciare su di lei. Che fare? Possiamo nel frattempo pensare che un po’ di calduccio ci aiuti a sopportare la tensione, che dividere la spazzatura è un esercizio per la mente e per il corpo: possiamo fare buon viso a cattivo gioco, come si diceva un tempo. Oppure possiamo fare la rivoluzione. Lo pensano molti ragazzi e ragazze, anche se per adesso stanno soltanto facendo le prove. Tirano zuppe contro quadri di Van Gogh, per esempio, ben sapendo che c’è il vetro e quindi non succederà niente ai girasoli ma finiranno su tutti i giornali. Sì, ma chi si ricorda perché l’hanno fatto? Giusto, e infatti, come dicevo, stanno solo facendo le prove. Non è tutto intelligente quello che fanno, è abborracciato, isterico. Versano il latte a terra dalle confezioni nei supermercati, per esempio, chissà perché. Scioperano silenziosi e disobbedienti ogni venerdì, sedendo in silenzio con cartelli che indicano la loro rabbia. Ma lo fanno, perché hanno capito che non basta rinunciare alla bistecca e bere dalla borraccia (ma intanto sono vegani, e bevono dalla borraccia). E ci odiano, perché non capiscono che cosa stiamo aspettando. E forse un giorno non molto lontano qualcuno di loro si darà fuoco in una piazza. O metterà una bomba in un ufficio postale, come la figlia dello svedese in Pastorale americana di Philip Roth (Einaudi), la capostipite delle ribelli nichiliste e confuse, estremiste e incapaci di elaborare una strategia efficace. Sono passati 25 anni da quando quel libro meraviglioso e profetico è uscito. Forse non sono sufficienti, ma prima o poi quella confusione prenderà una forma più esatta e allora diventerà di colpo efficace. Quel giorno inizierà la rivoluzione. E noi ci troveremo comunque impreparati, nonostante siano passati 25 e più anni da quando si è capito che la misura era colma, il punto di non ritorno era superato. E noi non abbiamo fatto altro che pensare vabbé, un autunno più caldo significa una bolletta più bassa. Se nel frattempo io stacco le etichette dalle lattine di pelati per metterle insieme alla carta, cosa mai di brutto mi potrà succedere?