In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Senza stipendio i lavoratori della coop che gestisce le Rsa

Attendono ancora la mensilità di novembre e sono infuriati. Appello della Cgil: «Intervenga l’Azienda sanitaria»

1 minuto di lettura

Sono in attesa dello stipendio da novembre. Una situazione che ha sollevato il disappunto di una sessantina di lavoratori di Agorà Toscana, la coop che da anni ha l’appalto del servizio socio-sanitario e assistenziale delle Rsa di Pordenone, Roveredo in Piano e Sacile.

La denuncia arriva dalla segretaria provinciale di Fp Cgil, Dina Sovran, la quale ha chiesto all’Azienda sanitaria di intervenire, contemplando la possibilità di affidare l'appalto «a chi non viola la norma». «La coop paga costantemente in ritardo e con tempistica arbitraria la retribuzione ai propri dipendenti – ha detto –. I lavoratori, che hanno prestato servizio a novembre, a oggi devono ancora ricevere la retribuzione e non sanno ancora quando saranno pagati. Questi ritardi creano non pochi disagi alle maestranze (al 90% donne), che troppo spesso si trovano a essere l’unico sostentamento della famiglia».

Il sindacato ricorda, inoltre, che gli stipendi dei dipendenti di ditte private in appalto non sono elevati: «Percepiscono retribuzioni al limite della sopravvivenza – fa sapere Sovran –: nell’assistenza si parla di circa mille euro mensili per un full time, con servizi attivi sulle 24 ore».

Di qui la richiesta di Fp Cgil: «Vogliamo che l’Azienda per l’assistenza sanitaria, da noi più volte sollecitata, interrompa in maniera definitiva questa prassi scorretta e intervenga immediatamente attraverso l’erogazione diretta della retribuzione (anche in forza della responsabilità solidale), rispettando i tempi previsti dal contratto di lavoro. In alternativa, tronchi il contratto d’appalto e lo affidi a un soggetto che non violi la norma».

La Fp Cgil sostiene la necessità di «una maggiore qualità nella definizione di bandi e capitolati affinché sia possibile evitare situazioni come queste, che purtroppo stanno aumentando. E’ urgente un tavolo di confronto tra le parti interessate per risolvere questa situazione. Perché gli appalti sono il nostro lavoro, ma i diritti non sono in appalto – rimarca Sovran –. E’ inammissibile che i controlli verso le ditte in appalto da parte della pubblica amministrazione siano carenti o assenti, in quanto gli appalti sono modalità di erogazione dei servizi pubblici ai cittadini e vengono pagati con la fiscalità di tutti».

E conclude: «L’inaugurazione dell’avvio dei primi lavori finalizzati alla costruzione del nuovo ospedale di Pordenone è una notizia che ci fa molto piacere, ma unitamente a questo teniamo a sottolineare che analoga attenzione vada rivolta anche alle condizioni dei lavoratori e dei servizi che al suo interno vengono erogati».

Giulia Sacchi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori