Sacile, l’autografo di Messi diventa un cult

"Para Diana con cariño” appeso all’entrata del Porca l’Oca dai titolari dopo l’ennesima visita del fuoriclasse nel locale

SACILE. «Para Dìana con cariño, Leo». La firma è quella di Lionel Messi: il fuoriclasse del Barcellona che fa tappa a Sacile è un mito nel ristorantino Porca l’Oca e ormai in tutta la città.

Dediche e foto di Leo con i titolari Diana Bertoli e Aldo Furlan sono appese a due passi dalla vetrina tra i “souvenir” di Demichelis, Aguero e campionissimi del pallone della nazionale argentina. Prossima fermata a Sacile anche per Icardi e Balottelli? Se ne riparla dopo la finale Champions league.

La processione. «Dov’è il tavolo di Messi?». La processione dei fan c’è quasi tutti i giorni in Contrada dell’oca: la gente entra, guarda incantata le foto, chiede proprio “quel” tavolo riservato alla Pulce di Rosario, che è nell’angolo in fondo alla sala.

Ma Leo tornerà a Sacile dopo la partitissima di domani sera, a Berlino, dove si gioca il tutto per tutto nella coppa Campions League? «Messi è una persona semplice, riservata, incantevole». Diana di più non dice e la finale Barcellona-Juve, domani sera a Berlino, spezzerà in due il cuore a Diana, Aldo e forse al dottore Giuliano Poser (tifoso bianconero, tra l’altro) che cura Messi e altri super campioni nel riservatissimo gabinetto medico in viale Trieste.

La Champions league. Poser, intanto in vista della finale di Champions league, sfoglia la margherita. «Per la finale di Champions non tiferò nessuno – ha detto il medico qualche tempo fa agli amici fidati –: nè Juve, né Lionel Messi».

La partitissima della Coppa dalle grandi orecchie verrà disputata in terra tedesca questo domnani: Messi vuole essere in forma contro la Vecchia Signora di Torino. “Forza Leo”. Ma i sacilesi da che parte stanno? Tifano Juve o Messi? Intanto, il legame tra l’asso argentino e Sacile è di ferro. Dopo le cure dello “stregone bianco” che fa i miracoli Poser, la Pulce si prepara alla partita che vale una stagione: la finale di Choampions, appunto.

La terapia. «Comiendo en familia». Il pranzo nella famiglia allargata di Sacile per Lionel Messi è “come a casa”. Il ristorantino chiude la saracinesca quando arrivano i superassi del calcio argentino Messi, Demichelis, Aguero, Vietto: amano la privacy e il locale è prenotato in esclusiva per loro. Dieta e sapori speciali: è la terapia per Messi & C. a Sacile.

Arrivano in aereo al Marco Polo di Venezia oppure Treviso, raggiungono il gabinetto medico di Poser e, dopo i controlli, vanno a pranzo nel Porca l’Oca. «Sapori speziati per tutti i clienti – dicono sui menù i due titolari con lo chef Simone Falcomer –. Ispirati all’Oriente e poi tanta creatività nei piatti che proponiamo».

Non esistono i monosapori “local”: quella in Contrada dell’Oca è una cucina internazionale. «Semplice – dicono i titolari che apriranno la casetta in piazzetta Manin per Xtreme days –. Le erbe aromatiche sono un tocco spesso presente e che piace ai nostri amici clienti». Gradiscono e ritornano: il locale sta diventando un “cult”.

Capita gente da Pordenone, Treviso e Vittorio Veneto: si ferma davanti alla vetrina, chiede se è il ristorante «di Messi e di Aguero» e arrivano gli scatti e selfie. La “Messi-mania” porta a Sacile il mondo: per tutti il menù è top secret. Le indiscrezioni? Risotti speziati ai formaggi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Milano, vigile in borghese spara un colpo in aria: disarmato da un gruppo di ragazzi

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi