«La Fiera deve tanto ad Albano Testa»

L’ex direttore generale ricordato da Alvaro Cardin. Domani pomeriggio a Borgomeduna i funerali

E’ grande il cordoglio a Pordenone per la scomparsa a 75 anni di Albano Testa, ragioniere prima e poi direttore generale della Fiera di Pordenone, deceduto venerdì mattina per complicazioni legate al suo precario stato di salute all’ospedale di San Vito al Tagliamento. Stasera, alle 19, sarà recitato il rosario nella chiesa di San Giuseppe a Borgomeduna. I funerali sono stati fissati dopo 24 ore di attesa. L’addio al “Ragioniere” sarà dato domani, alle 15, nella stessa chiesa. Prima però, dalle 11 di domani, chi vuole potrà rendergli omaggio nella camera ardente allestita all’ospedale sanvitese.

Dopo la scomparsa di Testa, i ricordi scorrono sui social network. Ha preferito i vecchi metodi, invece, lo storico ex presidente della Fiera di Pordenone, Alvaro Cardin. E’ riduttivo definire quello tra l’ex sindaco e l’ex direttore generale dell’ente un rapporto d’amicizia. Cardin e Testa erano come fratelli. Facevano parte infatti della stessa famiglia, la Fiera appunto. «Albano era una persona di grande stile – ha ricordato Cardin –. Era il primo ad arrivare in sede ed era l’ultimo ad andarsene. Era colui che, terminata la giornata, concluse le rassegne, si incamminava verso l’uscita da solo. Era quello che spegneva la luce». Resta accesa quella del suo ricordo. «La figura di Albano Testa rimarrà impressa nella storia di Pordenone Fiere e della città, pur non essendo originario del luogo. Ha saputo dedicare all’attività fieristica amore, passione, dedizione ed è riuscito a calarsi nei suoi ruoli con grande efficacia operativa. Ho visto in lui una persona appassionata, rigorosa. La sua esperienza è stata fondamentale dal punto di vista amministrativo».

Indubbiamente la figura di Testa resterà per sempre legata anche agli alpini di Pordenone e al coro Montecavallo. «Aveva un cuore alpino – ha concluso, commosso, Cardin –, ma ricorderò in particolare di lui l’affetto per la città di Pordenone e la Fiera». Albano Testa, originario di Palmanova, lascia nel dolore la moglie Paola, i due figli Alessandro e Stefano, le nuore Angela e Lucia e le nipoti Elisabetta, Francesca, Beatrice, Valentina e Annamaria.

Rosario Padovano

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi