Primavera in Fiera: riparte Ortogiardino, attesi in 70 mila

Pubblico in arrivo anche da Austria, Slovenia e Croazia. Protagoniste le orchidee con il gruppo guidato da De Vidi

PORDENONE. Conto alla rovescia per Ortogiardino, manifestazione leader in Italia per il settore dell'ortoflorivivaismo e l'architettura da paesaggio, in programma in Fiera da sabato al 13 marzo.

Il calendario promette un’edizione ricca di novità e appuntamenti, un segno della primavera atteso dagli appassionati del giardinaggio, ma anche un momento dedicato ai professionisti del settore per i quali, come ha ribadito Roberto Ongaro, presidente di Pordenone Fiere.

La 37ª edizione di Ortogiardino si prepara ad accogliere 70mila persone, con una quota importante (14%) di visitatori stranieri provenienti da Croazia, Austria, Slovenia. I padiglioni si estendono per oltre 25 mila mq con oltre 300 stand commerciali dedicati a tutti ciò che serve per rinnovare terrazzi, giardini e aree verdi.

L’assessore regionale alle Risorse agricole e forestali, Cristiano Shaurli ieri ha voluto essere presente alla conferenza di presentazione di Ortogiardino, per sostenere il Programma di sviluppo rurale della Regione 2014-2020 (Psr), lo strumento di attuazione del Fondo Europeo Agricolo di sviluppo rurale (Feasr), attraverso cui il Fvg realizza gli interventi necessari a orientare lo sviluppo del territorio regionale secondo politiche comunitarie rivolte a promuovere e sostenere le zone rurali.

A questo proposito, è stata ideata un'area speciale, un vero e proprio vivaio, appositamente allestita dai Vivai Forestali Regionali a simboleggiare le enormi potenzialità messe a disposizione degli agricoltori regionali grazie ai bandi che fino al 2020 saranno aperti all'interno del Psr stesso.

Oggi l’agricoltura si costituisce anche di bellezza, di paesaggio, di sostenibilità ambientale alle quali si affianca la capacità di rapportarsi con il territorio – così si è espresso l’assessore Shaurli, mentre l'ad Piccinetti ha ribadito il mancato accordo regionale rivolto a creare una rete fra le realtà fieristiche.

«Allo stesso tempo – ha sottolineato Piccinetti – esprimiamo grande soddisfazione per una manifestazione capace di ottenere ottimi risultati e di rigenerarsi nonostante la crisi». Fiore all’occhiello di questa edizione, il Festival dei giardini, curato dalla direttrice artistica Elisabetta Sari, che mette in competizione le migliori idee e realizzazioni in tema di piccoli giardini, ispirato per il 2016 al tema “Fantasie vegetali in giardino”. Un'occasione unica per ammirare i 14 progetti selezionati,ma anche per prendere spunto per i propri spazi verdi.

Coldiretti, invece, con il sostegno di Friulovest Banca di Credito Cooperativo, sarà presente, come ha anticipato il direttore Antonio Bertolla, con l’associazione Campagna Amica, che unisce imprese agricole del territorio a chilometro zero e le loro specialità tutte da gustare. Partner di Ortogiardino, l'Associazione italiana giardinieri professionisti, mentre “Aqua Nova” presenterà giovedì 10 marzo, una conferenza dedicata alle virtù delle piante officinali.

Riflettori puntati, poi, sulla “regina” di Ortogiardino, l’orchidea, protagonista della storica mostra mercato a lei realizzata da Orchids Club Italia, un gruppo di coltivatori guidato da Guido De Vidi. Allestimenti spettacolari, incontri e per la prima volta un prestigioso concorso intitolato a Padre Angelo Andreetta, figura di riferimento nel mondo degli appassionati (www.orchids.it)

Grande attesa, infine, per il “Giardino delle Meraviglie” dove saranno lanciate le ultime tendenze di arredo e decori per terrazze e giardini e l’evento “Pellet Therapy” .

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi