“Rivoluzione” in duomo nel segno di Padre Marco

Aviano, ricollocato il battistero in cui venne battezzato il Beato cappuccino. La decisione dopo il restauro dell’opera d’arte: troppo preziosa e delicata