Addio alla Provincia, ma rimane il Circondario di Pordenone

Il senatore Sonego: coinciderà con i comuni dell'ente soppresso, saranno decentrati gli uffici statali non trasferibili all'Amministrazione regionale

PORDENONE. «Le modifiche statutarie del FVG approvate dal Senato aboliscono tutte le provincie della regione ma mantengono il Circondario di Pordenone che coincide con i comuni della soppressa provincia. L'assetto istituzionale del FVG stabilito dal nuovo Statuto speciale di autonomia sarà quindi composto da Regione, città metropolitane, Circondario di Pordenone e comuni».

Lo comunica il senatore Lodovico Sonego (Pd) al termine della votazione dell'aula del Senato.

Sonego ha precisato che «il nuovo articolo 65 dello Statuto, così come il precedente, sancisce che nel territorio della ex provincia di Pordenone è istituito il Circondario di Pordenone che coincide con i comuni della soppressa provincia».

Esso conferma che «saranno decentrati, con specifica attribuzione di competenza, in detto circondario, gli uffici statali non trasferibili all'Amministrazione regionale, ivi compresi quelli dell'Amministrazione dell'interno, delle finanze, della pubblica istruzione, dei lavori pubblici, del lavoro e della previdenza sociale e quelli degli enti parastatali».

Video del giorno

Covid Watch. Ensovibep: cosa sappiamo del nuovo farmaco

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi