In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Zoppola si rialza, ma scatta l’allarme eternit

Rotture e materiale volato via da coperture con amianto. Urgono bonifiche con ditte specializzate

2 minuti di lettura

Capannoni industriali e case scoperchiate, centinaia di alberi abbattuti, intere zone colpite da black out e colture danneggiate: domenica scorsa Zoppola, per l'ennesima volta, è stata ferita da una tromba d'aria, che solo per puro caso ha evitato conseguenze gravissime tra gli abitanti.

Questi hanno reagito al meglio, aiutandosi l’un l’altro. La conta dei danni è in corso, ma il sindaco Francesca Papais conferma che vale «centinaia di migliaia di euro».

Per questo ieri l'amministrazione ha diramato un avviso annunciando la richiesta di stato di calamità naturale e informando che «vigili del fuoco e la protezione civile regionale, in sinergia con il Comune, stanno valutando tutte le situazioni di danni. È possibile chiedere informazioni allo 0434577505. Il Comune raccoglierà tutte le segnalazioni sui danni agli edifici privati tramite appositi moduli, pubblicati nel sito www.comune.zoppola.pn.it».

Ieri l'ecopiazzola di via Taviela è stata aperta per tutta la giornata e sono stati sistemati cassoni per la raccolta di ramaglie e verde. È stata inoltre emessa un’ordinanza sul trattamento dell'eternit, nella quale si legge che «molte coperture realizzate con lastre di cemento amianto o materiali che contengono amianto hanno evidenziato sostanziale criticità sullo stato di conservazione, con rotture evidenti e asportazione di materiale».

Ai proprietari l’ordine di procedere con un'eventuale bonifica, avvalendosi di ditte specializzate.

«Alcuni proprietari – ha riferito Papais – stanno già provvedendo alla bonifica».

I danni sono ingenti: «Centinaia gli alberi abbattuti – ha continuato il sindaco –, sono stati scoperchiati tetti di abitazioni, garage e capannoni della zona industriale di via Prà dei Risi, sono caduti cornicioni, comignoli e muretti di case».

Zoppola e le frazioni di Ovoledo e Castions le aree più colpite. Innumerevoli gli interventi lungo strade, Pontebbana compresa.

«Sono stati danneggiati anche pioppeti, vigne e in genere l'agricoltura – l'elenco continua –. Nonché i parchi, soprattutto il Burgos e quello del castello, dove sono caduti anche alberi secolari, tra cui uno di cinquecento anni».

Domenica si sono registrati black out, soprattutto in zone di Castions, Poincicco, Zoppola e Ovoledo: «Per le riparazioni dei rilevanti danni all'illuminazione abbiamo lavorato a stretto contatto con Enel, che all'una di notte è riuscita a ripristinare la luce in tante case rimaste al buio».

Ieri protezione civile, vigili del fuoco e operai dell'ufficio tecnico erano ancora al lavoro. A loro, domenica, si sono uniti Alpini del gruppo di Zoppola, polizia locale e carabinieri. Ma anche comuni cittadini: «Nella sventura è stato un bel momento di forte partecipazione della comunità – ha sottolineato Papais –. Poco dopo le 14, quando si è scatenata la tromba d'aria per una decina di minuti, in centro c'era Arti e sapori: cittadini e associazioni hanno garantito che la festa continuasse, ma c'è anche chi ha aiutato concittadini alle prese con i danni».

Un segnale di unità in un territorio già colpito innumerevoli volte da simili calamità.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori