Fabbrica di vernici a fuoco a Praturlone - Foto e video

Fiume Veneto, vigili del fuoco e carabinieri alla Euroink. Fiamme visibili anche dall'autostrada, da cui si sono uditi scoppi. Operazioni complicate dal vento

FIUME VENETO. Fabbrica di vernici in fiamme, poco dopo le 23 di venerdì 5 agosto, nella zona industriale di Praturlone di Fiume Veneto, alla Euroink srl di via fratelli Zambon.

Le fiamme, alte una cinquantina di metri, sono state da subito visibili anche dall'autostrada A28 Portogruaro-Conegliano, da dove si sono uditi anche diversi scoppi.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Pordenone, ben presto coadiuvati dai colleghi di San Vito al Tagliamento e Portogruaro.

Successivamente è stato richiesto l'aiuto anche di quelli di Udine e della Base di Aviano.

Nel frattempo sono giunti anche i carabinieri, che hanno tenuto lontane le persone dalla zone delle operazioni e hanno avviato le prime indagini.

Molta preoccupazione nelle fasi iniziali. Gli uomini del 115 hanno dovuto agire controvento. Un capannone è stato avvolto completamente dalle fiamme.

Sin da subito molto alto il rischio di crollo del tetto.

Incendio a Fiume Veneto

In pericolo anche una seconda struttura, confinante.

Le operazioni sono proseguite a lungo nella notte.

Precedenti incendi, sempre alla Euroink, erano avvenuti nel giugno 2008, con danni gravissimi, e nel luglio 2015, con conseguenze più contenute.

All'una erano sul posto sette squadre di vigili del fuoco, nucleo Nbcr, polizia, quattro carabinieri. E anche vertici e dipendenti della Euroink, ma anche di altre aziende, con il timore che fossero interessate dalle fiamme anche le loro fabbriche.

Nella Euroink continuavano a susseguirsi gli scoppi., dovuti all'esplosione di contenitori di solventi e vernici. Decine di residenti tenuti a distanza dalle forze dell'ordine.

Testimoni hanno riferito che nei primi minuti dell'incendio si udivano scoppi e si vedeva materiale, bombole e contenitori, proiettati in aria. Il vento ha trasportato la nube sempre in direzione A28 e Azzano Decimo.

Il sindaco di Fiume Veneto, Christian Vaccher, ha seguito con i concittadini, a distanza, le operazioni. "Si tratta di danni molto ingenti - ha detto -, dispiace per gli imprenditori e quanti ci lavorano".

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Crudeltà e orrore in un macello di Cremona, la video-inchiesta

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi