In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Sosta selvaggia in ospedale, seconda sbarra anti “furbi”

Pordenone, c’era chi si accodava a chi era autorizzato ed entrava senza averne il diritto. Verifiche al Santa Maria degli Angeli anche con un servizio di vigilanza privata

2 minuti di lettura

PORDENONE. Una doppia sbarra all’ingresso dell’ospedale civile impedisce l’accesso alle auto che non hanno diritto di entrare. Giro di vite contro i furbetti del parcheggio interno.

Oltre ai controlli all’accesso, all’interno funziona un servizio di vigilanza anche per controllare che le auto siano parcheggiate bene. E nella rete dei controlli è finito anche il direttore generale Giorgio Simon.

Sbarra. Già da qualche mese era impossibile accedere a piedi all’ospedale attraverso i varchi lasciati liberi dalla sbarra. Adesso le misure sono state rafforzate per evitare che entrino anche le auto che non ne hanno diritto.

«E’ stata posizionata una seconda sbarra – ha spiegato il direttore generale dell’Aas 5, GIorgio Simon – perché deve entrare solo chi ne ha effettivamente bisogno. Capitava infatti che quando veniva alzata la sbarra per chi ne aveva diritto, passassero anche altre auto senza un controllo».

Il direttore generale osserva infatti che all’interno dell’ospedale c’è un problema di parcheggi e veniva penalizzato chi effettivamente ne aveva bisogno.

Controlli. Adesso tutte le auto vengono verificate. Si suona al campanello della prima sbarra e, se si hanno i requisiti per entrare, viene alzata.

Si arriva alla seconda che viene sollevata e si può entrare. Nel caso in cui, invece, il personale della portineria ritenga che non ci siano i presupposti per entrare, superata la prima sbarra l’auto deve tornare indietro attraverso un apposito varco.

Modalità che consente di fare entrare solamente coloro che ne hanno effettivamente necessità e non chi vuole entrare per comodità.

Controlli. Ma una volta dentro, il consiglio è quello di parcheggiare negli spazi appositi e bene. «C’è un sistema di sorveglianza – ha affermato ancora Simon –, del personale che va a controllare in tutte le aree di sosta che le auto siano parcheggiate correttamente».

Questo perché un parcheggio fatto male può portare via spazio ad altri oppure complicare manovre in una area complessa come quella ospedaliera. Nel caso in cui le auto siano parcheggiate non correttamente, vengono rimosse con spesa a carico del proprietario.

La legge è uguale per tutti. I controlli riguardano tutti. Lo sa bene il direttore generale che tre mesi fa circa, uscito dall’ufficio alle 18, ha scoperto che la sua macchina non c’era più.

Per i controllori non era parcheggiata bene e, anche se in sosta nel parcheggio della direzione generale, non hanno ritenuto di fare una eccezione. «Non ho più trovato la mia macchina – ha raccontato Simon – e me l’hanno rimossa perché non era dentro le strisce. Ho pagato la rimozione e sono andato a riprendermi la macchina. I controlli sono efficientissimi e gli addetti sono implacabili».

Sicurezza. Negli ultimi tempi si sono verificati alcuni episodi all’interno dell’ospedale, l’ultimo l’altro giorno con l’aggressione di un medico da parte di un paziente. «Ma non c’è un problema di sicurezza – ha concluso il direttore generale – sono episodi singoli». Non c’è neanche più il problema delle persone estranee che stazionano nei sotterranei, come qualche tempo fa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori