Designer Ipsia sul podio: vinto il concorso europeo

Oro e argento per due studenti di quarta del Carniello in “gara” a Belgrado. La soddisfazione di Alessandro Basso: «Una grande affermazione per la scuola»

BRIGNERA. Medagliere europeo ricco per i ragazzi dell’Ipsia Carniello di Brugnera: hanno sbaragliato la concorrenza nel design d’avanguardia. Nel concorso internazionale “Belgrado design playground 2017” hanno vinto l’oro e l’argento, rispettivamente con Rosa Corazza e il progetto “Heartbeat” e con Bruno Rossi e il suo “Window”.

Realizzati con pannelli di legno i due prototipi progettuali sono il punto di forza delle proposte di arredo per spazi pubblici e domestici. Il meeting tra creativi delle scuole serbe, ungheresi e pordenonesi ha ripetuto i successi di uan decina d’anni fa.

I commenti. «Un’esperienza straordinaria il concorso a Belgrado, nato nell’istituto Drvo Art – hanno commentato da Belgrado gli studenti con i docenti Francesco Zanchetta e Alex Bellini – La scuola dell’Est ha un importante carattere artigianale di ebanisteria, diverso dall’approccio tecnico-industriale che è tipico del design made in Italy». Quelli del Carniello hanno fatto man bassa di trofei.

La loro creatività è un mix geniale che fonde bellezza e funzionalità. I vincitori sono studenti delle classi quarte: Rosa Corazza (4B) è pendolare a Brugnera da Ponte di Piave, Bruno Rossi (4A) è sacilese. «Una grande affermazione dei nostri designer in erba – è stato il commento dei docenti e del dirigente Alessandro Basso – La squadra del Carniello si conferma composta da fuoriclasse».

La storia. Dieci anni fa la dirigente dell’istituto Drvo Art Zorica Djokovic di Belgrado era stata ospite della squadra di Brugnera: gli scambi con l’Europa dell’Est hanno una lunga tradizione, trapuntata di allori. «L’esperienza formativa ha potenziato le relazioni tra la Serbia e il Friuli occidentale, in linea con gli accordi commerciali stretti dal nostro territorio: le aziende pordenonesi aprono a Belgrado e la Serbia chiede di entrare nella Comunità europea» lo diceva nel 2008 il docente Bruno Zille.

Dopo una decina d’anni la sfida si conferma sul doppio binario della scuola e dei mercati. L’obiettivo è sempre quello di incassare importanti riconoscimenti con la possibilità di avviare una produzione su larga scala. La prossima sfida dei ragazzi dell’Ipsia si giocherà in Fiera a Pordenone, nell’ambito di “Design week 2017”, una settimana all’insegna della creatività (la sesta edizione si inaugura domani).

La trasferta. In trasferta cinque giorni: gli studenti e i professori del Carniello hanno riempito le valigie di progetti creativi e sono arrivati in Serbia per aumentare il medagliere internazionale. «I nostri ragazzi difenderanno la creatività pordenonese per molti anni sugli scenari internazionali – ha spiegato il dirigente Basso – Il concorso “Design playground” s’è rivelato una sfida appassionante, in un continuo confronto con le scuole di altri Paesi». Il distretto del mobile è l’incubatore di nuovi talenti.

Un risultato analogo a quello ottenuto quest’anno era stato ottenuto anche nel 2009 dalla squadra di creativi di Brugnera. La giuria europea si inchina. «È un’occasione formativa importante per gli studenti – è il commento dei professori in via Galilei – Il concorso rafforza la dimensione della cittadinanza, della cultura senza frontiere». Da domani si torna alla “routine” settimanale: tutti in classe dopo i trionfi a Belgrado.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Variante sudafricana, l'Oms: "Ci vorranno settimane per capirne l'impatto"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi