Aviano, arriva il nuovo radar: potenziati gli occhi della Base

È la novità portata dal 606° Squadron Air Control trasferito alla base della pedemontana da quella tedesca di Spangdhalem

AVIANO. È stato installato all’aeroporto Pagliano e Gori di Aviano un secondo radar a lungo raggio. È la novità portata dal 606° Squadron Air Control trasferito alla base della pedemontana da quella tedesca di Spangdhalem.

Squadrone il cui trasferimento è già cominciato, con 300 uomini e le loro famiglie, e una dotazione tecnologica di circa 170 milioni di dollari in attrezzature per la comunicazione.

«La missione dello squadrone – ha detto il 31° Fighter Wing sul proprio sito – è quella di fornire un supporto di comando e controllo mobile ad unità aeree e terrestri, sia in Aviano che in realtà vicine.

Il loro sostegno comprende l’utilizzo di radar per mappare le sezioni dello spazio aereo in modo che possano coordinarsi con altre unità».

Di fronte alla necessità di aumentare la possibilità di controlli, dopo un anno di pianificazione e di lavori, nelle scorse settimane i tecnici del 606° Air Squadron hanno installato all’aeroporto il secondo radar a lungo raggio, «abbiamo posizionato il nuovo radar su una torre di 60 piedi che ci permette di vedere a 240 miglia nautiche in quasi tutte le direzioni con minori interferenze dei radar di terra», ha detto il sergente Nathan Coley, superiore dello squadrone.

Il nuovo radar consentirà di controllare le operazioni sui cieli dell’Italia settentrionale e su parte del Mare Adriatico.

I piloti degli squadroni del 31° Fighter Wing avranno così in loro aiuto degli “occhi” ulteriori che forniranno le informazioni di volo durante le operazioni di addestramento e in quelle operative qualora ce ne siano.

Gli aspetti di design del nuovo radar sono stati coordinati con la Hill Air Force dello Utah, mentre successivamente sono stati costruiti i singoli pezzi. Uno staff di tecnici di manutenzione è volato dalla base di Ramstein ad Aviano per installare il nuovo radar. Adesso mancano solo alcune componenti per rendere il nuovo radar operativo.

Il radar a lungo raggio può anche essere montato su veicoli per garantire un supporto mobile. È una delle novità portate dal nuovo squadrone che, nell’ambito di una riorganizzazione complessiva delle forze Usaf in Europa decisa ancora sotto l’amministrazione di Barack Obama, è stato destinato ad Aviano.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Quanti milioni ha perso Lush, l'azienda felice senza social

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi