In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Pordenone, giovane carabiniere si ammala dopo le missioni all’estero

La Corte dei conti riconosce la causa di servizio: il militare era nelle zone contaminate dall’uranio impoverito

1 minuto di lettura

PORDENONE. Giovane carabiniere in servizio nel Pordenonese si ammala dopo le missioni all’estero in Kosovo e Afghanistan, proprio nei teatri di guerra dove è stato fatto ampio uso di proiettili all’uranio impoverito, e chiede al ministero della Difesa il riconoscimento della dipendenza della malattia da causa di servizio.

Da Roma, però, arriva il diniego. E così il militare dell’Arma, assistito dagli avvocati Carmine Perruolo del foro di Roma e Marcella Uricchio del foro di Trieste ricorre alla Corte di conti.

Dopo un anno di processo e la battaglia a colpi di perizie, il 17 maggio del 2017 è stata letta la sentenza: per il giudice c’è un’alta probabilità di un rapporto causa-effetto fra la malattia e i fatti di servizio.

Il 39enne militare ha prestato servizio tra il 2010 ed il 2012 in Kosovo e Afghanistan nelle zone in cui è stata accertata, peraltro, la presenza nell’ambiente di nanoparticelle di minerali pesanti prodotte dall'esplosione di materiale bellico. Al suo ritorno in Italia, gli è stato diagnosticato un cancro.

Prima delle missioni il giovane godeva di perfetta salute (e peraltro non aveva mai fumato una sigaretta in vita sua).

Fortunatamente le cure hanno avuto buon esito, ma non potrà più essere impiegato in missioni operative. Per questa ragione ha depositato l’istanza per il riconoscimento della dipendenza da causa di servizio, presupposto essenziale per ottenere l’equo indennizzo e in futuro la pensione privilegiata. Ma il ministero non l’ha concesso.

«Il mancato accoglimento dell'istanza – sottolinea l’avvocato Perruolo – è stato appreso con estremo stupore, considerata anche la notorietà degli effetti pregiudizievoli dell'uranio impoverito, come attestato dalle numerose relazioni parlamentari sull’argomento e dai casi che purtroppo hanno coinvolto molti altri militari».

È stato così proposto ricorso alla Corte dei conti di Trieste. Sulla scorta della consulenza tecnica del perito nominato dal tribunale, il giudice ha dichiarato la sussistenza del nesso eziologico fra la patologia contratta dal militare e i fatti di servizio e quindi la dipendenza da causa di servizio.

Il ministero della Difesa è stato condannato anche al pagamento delle spese processuali. «Con tale pronuncia – conclude Perruolo – è stata aperta la strada per ottenere equo indennizzo, futura pensione privilegiata e risarcimento».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori