In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Sempre più tavole imbandite con insetti

Pordenone, convegno sulle nuove frontiere dell’alimentazione. «Preoccupatevi per l’olio di palma, non per i derivati dalla cocciniglia»

1 minuto di lettura

PORDENONE. Nuove frontiere dell’alimentazione, lotta allo spreco, alimenti da evitare: nel convegno “Alimenti in & alimenti out”, promosso dall’ordine dei tecnologi alimentari del Friuli Venezia Giulia (presieduto da Tommaso Caliciuri) con il sostegno del Comune, s’è parlato di quello che mettiamo a tavola e di come ciò che raggiunge i nostri piatti sia oggetto di un attento e minuzioso lavoro da parte di diverse figure professionali tra le quali il tecnologo alimentare.

In una cultura come quella italiana, in cui il cibo ricopre una componente predominante, e in un periodo storico in cui programmi tv, siti internet, libri e riviste contengono sempre più ricette e consigli d’alimentazione, conoscere quel che mangiamo e come potremmo mangiare in futuro è un argomento che ha destato grande interesse: nella sala convegni della Fiera non c’erano solo tecnici, ma anche tanti consumatori che hanno voluto conoscere qualcosa di più in tema di alimentazione.

Come il consumo di insetti, argomento trattato da Antonia Ricci, direttrice del dipartimento di sicurezza alimentare dell’istituto zooprofilattico delle Venezie.

«La cucina con gli insetti oggi è una moda – ha affermato – ma è anche vero che in un pianeta sempre più popolato come il nostro il bisogno alimentare crescerà sempre di più. E gli insetti costituiscono un’eccezionale fonte di proteine».

Insetti allevati, dunque, come oggi si fa con i polli o le mucche. E che oltre al consumo di nicchia di insetti nel piatto, il loro utilizzo futuro potrebbe essere costituito dalle farine prodotte da grilli o cavallette, solo per fare alcuni esempi.

D’altro canto, già oggi consumiamo degli insetti. Come? Alcune bibite colorate di rosso contengono l’E120, che altro non è che cocciniglia. Un paio di esempi? L’alchermes per i dolci o l’aperol, assunto in aggiunta allo spritz.

Siamo sempre di più al mondo e, dunque, saper riutilizzare il surplus che non consumiamo affinché ritorni sul piatto come alimento è quanto propone Marco Lucchini, segretario generale del Banco alimentare.

Altro tema fonte di dibattito col pubblico è stato l’olio di palma. L’avvocato Dario Dongo, di Great italian food trade, ha messo in allarme su quello che è un prodotto che ha distrutto e sta distruggendo territori immensi in Asia e in Africa e che la Comunità europea considera pericoloso per la sua genotossicità e cancerogicità.

«Nonostante ciò, un’azienda molto famosa che produce una crema spalmabile la usa tuttora – ha spiegato Dongo –. Per fortuna gli italiani hanno aperto gli occhi e sempre più aziende alimentari hanno smesso di utilizzarlo».

Tra i temi trattati, il ruolo di prevenzione e sicurezza in materia alimentare offerto dall’azienda sanitaria e la tutela del consumatore, bombardato da informazioni, di cui ha parlato Franca Braga di Altroconsumo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I commenti dei lettori