Fermata Torricelli, Rfi favorevole

Rassicurazioni dalla Regione. L’appuntamento con “Scuole aperte” vetrina per la ferrovia

MANIAGO. “Scuole aperte” diventa vetrina per la ferrovia Maniago-Sacile: la Regione, consapevole del fatto che gli studenti rappresentano uno dei segmenti di domanda più importanti per il servizio di trasporto pubblico locale, ha deciso di sfruttare l’occasione delle iniziative realizzate a gennaio dalle scuole per farsi conoscere.

Di più: Rfi sta effettuando valutazioni sulla creazione della fermata Maniago-Torricelli, a pochi passi dalla scuola. «In tema di informazione ai viaggiatori, con gli amministratori, Trenitalia e Rfi si è condivisa la necessità di predisporre e attuare a breve un diffuso supporto informativo in stazione e ai viaggiatori attuali e potenziali, in modo che possano essere fornite tutte le informazioni utili – ha spiegato l’assessore regionale Mariagrazia Santoro –. Sempre su questo tema, si è deciso di attivare specifici punti informativi negli istituti scolastici di Maniago e Sacile in occasione della prossima sessione di “Scuole aperte” prevista a gennaio, considerata la positiva attenzione per i due poli scolastici già riscontrata nelle precedenti sessioni anche in ragione del riavvio dei servizi ferroviari.

Gli studenti rappresentano uno dei segmenti di domanda più importanti per il servizio di trasporto pubblico locale, anche in tema di promozione di forme di mobilità sostenibile per le giovani generazioni. Desidero perciò confermare la massima attenzione della Regione alle questioni evidenziate e rassicurare gli utilizzatori del treno che stiamo lavorando per ulteriori miglioramenti del servizio, e non certamente per ridurlo, avendo messo in conto una frequentazione non ottimale per il periodo di avvio».

Quanto alla fermata Torricelli, Santoro ha fatto sapere che «è stato confermato anche nell’ultimo incontro con sindaci, Trenitalia e Rfi che il tema della nuova fermata ferroviaria nelle vicinanze dell’istituto maniaghese è già all’attenzione di Rfi e sarà a breve oggetto di formalizzazione». Rispetto all’apertura delle sale d’attesa delle stazioni, gli amministratori comunali hanno dichiarato la disponibilità a farsene carico direttamente e da subito attraverso la stipula con Rfi di specifici verbali di consegna, al fine di assicurarne ai viaggiatori la relativa disponibilità.

«Questo, anche nelle more della stipulazione dei comodati d’uso delle stazioni – ha aggiunto Santoro –. Su tale aspetto saranno avviate da subito da parte di Rfi le relative attività. Per quanto riguarda gli orari dei treni, l’attuale fase di avvio consente certamente, nei limiti dati da un sistema complesso come quello ferroviario, di operare verifiche sulle proposte che stanno pervenendo e perverranno dai viaggiatori e mettere in campo miglioramenti».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

A Trieste la proposta di matrimonio di Salvatore alla sua Carla nel linguaggio dei segni

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi