Carnevale, confermata la sfilata dei carri

Sarà riproposta per il secondo anno dopo l’interruzione nell’era Pedrotti. Appuntamento il 3 febbraio

I carri mascherati tornano a Pordenone con la sfilata tra le vie della città prevista per il pomeriggio di sabato 3 febbraio. Formula vincente non si cambia, dunque, e per il secondo anno consecutivo, con l’amministrazione Ciriani, tornano il Carnevale e la sfilata, sospesi in regime di austerity durante l’amministrazione Pedrotti.

Oggi, in mattinata, ci sarà una riunione organizzativa che definirà gli ultimi aspetti, ma in linea di massima si ripeterà il cliché dello scorso anno. «Saranno una ventina i carri che parteciperanno alla sfilata – spiega Gianfranco Tonus, presidente della Pro loco Pordenone, sodalizio organizzatore dell’evento assieme all’ufficio cultura del Comune –. È stato deciso di ripetere la sfilata il sabato pomeriggio per permettere a più carri di partecipare: le feste di Carnevale, in generale, si tengono la domenica e nei periodi caldi c’è una sovrapposizione di appuntamenti».

Si attendono gruppi mascherati un po’ da tutto il territorio provinciale, ma anche dal Veneto con compagnie da San Stino di Livenza e Ponte della Muda. L’anno scorso l’affluenza è stata importante, con una stima di 20 mila persone che hanno creato due ali di folla lungo tutto il percorso, da viale Dante lungo piazza Risorgimento, piazza Duca d’Aosta e via Cavallotti.

Torna, come ogni anno, un’altra tradizione carnevalesca mai sospesa: il veglioncino dei bambini del martedì grasso, quest’anno previsto il 13 febbraio. «In regia ci sono sempre la Pro loco e il Comune – sottolinea Tonus – e l’evento è rivolto soprattutto ai bambini con iniziative e giochi per i più piccoli». Il quartier generale della festa rimane sempre piazza XX settembre, ma la variabile più rischiosa è legata al maltempo: l’anno scorso, a causa della pioggia, è stata individuata un’alternativa adeguata, ovvero la struttura coperta della Festa in piassa a Villanova. «È probabile che anche quest’anno terremo quella sede come rifugio in caso di maltempo», ha aggiunto Tonus. L’anno precedente era stato individuato il Deposito Giordani, ma è risultato un po’ troppo piccolo per tutti i partecipanti.

Sempre molto attiva nell’ambito delle iniziative di Carnevale è la parrocchia di San Giuseppe a Borgomeduna: anche quando il Comune aveva sospeso le sfilate in maschera, la parrocchia non aveva dismesso questa tradizione. Quest’anno prevede, per sabato 3, una cena di Carnevale, un modo «per incontrarsi, stare insieme e fare festa – si legge nel dépliant promozionale –. Il ricavato della cena sarà messo a disposizione per le attività dell’oratorio». L’appuntamento è alle 19.30 (informazioni allo 0434-521345).

Sempre per il Carnevale, un gruppo di genitori della parrocchia sta allestendo il carro “Rio 4, missione Carnevale”, che parteciperà anche alla sfilata cittadina.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi