Muore il decano dei preti friulani: addio a don Giovanni Deganis

Ospite della Fraternità sacerdotale, don Deganis è la sesta vittima del coronavirus nella casa di quiescenza di via Ellero a Udine

UDINE. Un altro sacerdote del clero diocesano è stato vinto dal COVID-19: all'età di 99 anni è spirato giovedì 3 dicembre don Giovanni Deganis, il decano del clero udinese. Ospite della Fraternità sacerdotale, don Deganis è la sesta vittima del coronavirus nella casa di quiescenza di via Ellero a Udine. Lo rende noto l'Arcidiocesi.

PER APPROFONDIRE

Nato nel 1921 a Rivignano, don Deganis fu ordinato sacerdote ben 72 anni fa, nel febbraio del 1948. Fu cooperatore pastorale dapprima a Rivignano e successivamente a Dignano. Dal 1951 al 1954 rivestì l’incarico di cappellano nella Parrocchia di Corno di Rosazzo, prima di ricoprire lo stesso ministero nella Parrocchia di Venzone. Il primo incarico da parroco giunse nel 1959, quando l’allora Arcivescovo Giuseppe Zaffonato nominò don Giovanni Deganis ad Alesso di Trasaghis.Nel 1966, tuttavia, arrivò per don Deganis l’incarico che lo coinvolse per il resto della sua vita sacerdotale: parroco a Colloredo di Prato, una comunità che ha guidato fino a quando, nel 2009, si ritirò nella Fraternità sacerdotale di Udine.

A Colloredo subentrò l’attuale parroco monsignor Angelo Rosso.Le esequie di don Giovanni Deganis saranno celebrate a Colloredo di Prato sabato 5 dicembre alle 11.00 e saranno presiedute dall’arcivescovo monsignor. Mazzocato. Il compianto sacerdote sarà tumulato nel cimitero di Colloredo di Prato.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Robotic Systems sfida la Tesla

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi