Riparte Frecciarosa, a ottobre sui treni si parla di tumore al seno

Gianfranco Battisti, Ad di Ferrovie, il ministro Speranza e l'oncologa Bonifacino 
Decima edizione della campagna di prevenzione oncologica organizzata da Ferrovie e IncontraDonna. Con una piattaforma online e consulenze gratuite
1° minuti di lettura
"La prevenzione non può andare in quarantena, è l'unica arma per rimanere in salute e per limitare i danni, laddove una patologia venisse scoperta". Con queste parole della presidente dell'associazione IncontraDonna, l'oncologa Adriana Bonifacino, è stata presentata la decima edizione di Frecciarosa, l'iniziativa che andrà avanti per tutto il mese di ottobre e promossa insieme a Gruppo Fs Italiane, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero della Salute. In dieci anni la campagna di informazione Frecciarosa ha raggiunto oltre 9 milioni di persone. Obiettivi: divulgare informazioni di facile consultazione; diffondere suggerimenti di prevenzione attraverso consulenze senologiche e oncologiche; incrementare la consapevolezza dell'importanza di stili di vita corretti. 

La piattaforma digitale

Quest'anno tutte le iniziative si spostano online. IncontraDonna e FS Italiane hanno deciso di organizzare la campagna di prevenzione con modalità alternative. La piattaforma Frecciarosa creata ad hoc per il mese di ottobre diventa completamente digitale trasferendo tutte le tradizionali attività di informazione sul web. Un team di oncologi (specialisti Aiom, l'Associazione italiana di Oncologia Medica) sarà a disposizione fino al 31 ottobre per fornire consulenze gratuite in diretta streaming. Il servizio, rivolto a tutti, permetterà di dialogare con i medici sui temi della prevenzione e della salute, ma anche di ricevere gratuitamente consulenze specialistiche online. Verranno ospitati anche eventi in diretta. L'obiettivo principale rimane quello di fornire consulenze oncologiche, approfondendo tematiche come la prevenzione del tumore del seno, del colon retto, ovaio, polmone, melanoma, vaccinazione Hpv (Papilloma virus), ma anche la sana alimentazione e l'attività fisica. Per chi non riuscisse a prenotare un consulto online è prevista la possibilità di compilare un form e un oncologo risponderà alle domande. E' possibile raggiungere la piattaforma Frecciarosa sia dai siti di IncontraDonna e Ferrovie dello Stato sia i loro canali social.

Dieci anni fa le prime Frecce

"Frecciarosa è ormai un appuntamento annuale irrinunciabile - ha spiegato Bonifacino - per questo motivo, nonostante la pandemia, abbiamo voluto mantenere l'impegno". "Dieci anni fa le prime due Frecce con la livrea rosa partivano dalla stazione di Roma Termini per un viaggio che poneva al centro la donna, i suoi diritti, la sua salute. Da quel momento il viaggio non si è mai fermato - ha ricordato Gianfranco Battisti, amministratore delegato del Gruppo FS Italiane - in dieci anni abbiamo raggiunto sui treni, con contatti diretti, oltre 9 milioni di persone e permesso a migliaia di uomini e donne incontrati nelle salette viaggiatori, di accedere a informazioni mediche, accrescendo la propria cultura alla prevenzione".