In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Stress da pandemia? Ha resistito chi non ha visto i notiziari

Stress da pandemia? Ha resistito chi non ha visto i notiziari
I dati di uno studio spagnolo: maggiore protezione con una dieta ricca di frutta e verdura e una gestone della consultazione di giornali, telegiornali e siti d'informazione
2 minuti di lettura

Informarsi è doveroso. Ma seguire un'adeguata dieta mediatica è stato altrettanto opportuno. Chi ha resistito meglio alle restrizioni imposte nelle prime fasi della pandemia da Covid è stato infatti chi - oltre a seguire una dieta sana ed equilibrata a tavola - ha evitato di farsi travolgere dalle informazioni riguardanti l'emergenza sanitaria. Seguendo queste abitudini, oltre a interagire con i propri amici e a coltivare degli hobby, è stato più semplice difendersi dall'ansia e dalla depressione.

Condizioni fortemente aumentate nell'arco degli ultimi tre anni. E da cui per proteggersi è ormai chiaro che occorra adottare delle strategie di "coping", che ci aiutino a far fronte alla situazione. Tra queste, per l'appunto, l'attenzione all'eccesso di informazione.

La dieta (anche digitale)

Questi i dati che emergono da uno studio spagnolo appena presentato nel corso del congresso della Società europea di Neuropsicofarmacologia, che si conclude oggi a Vienna. I ricercatori sono giunti a queste conclusioni dopo aver registrato le abitudini e osservato le condizioni di salute psicologiche di quasi mille adulti, intervistati ogni due settimane, per registrare la presenza di sintomi legati all'ansia o a un disturbo depressivo e l'attitudine ad adottare strategie con cui prevenire o far fronte a questi disturbi.

 

Analizzando i dati raccolti per oltre un anno, gli autori sono arrivati a concludere che i comportamenti protettivi più efficaci erano l'abitudine a seguire una dieta salutare (con maggiore consumo di alimenti di origine vegetale) e a gestire la consultazione di giornali, telegiornali e siti d'informazione. Un comportamento, quest'ultimo, sfuggito di mano a molti nel corso della pandemia. Sia nei primi tre mesi sia, seppur a fasi alterne, negli inverni successivi. Periodi caratterizzati dalla maggiore circolazione del virus e dalla diffusione di restrizioni finalizzate a limitare i contagi.

Alimentazione emotiva e depressione

Il legame tra equilibrio della dieta e salute mentale è indagato da anni. E ha finora lasciato emergere un rapporto a doppio filo. Il consumo di alimenti poco salutari può, come dimostrato in questo lavoro, aprire la strada all'insorgenza di disturbi quali l'ansia e la depressione. Un connubio noto ed evidenziato a più riprese anche in Italia, durante la pandemia. In uno studio pubblicato sulla rivista Nutrition, i ricercatori del dipartimento di scienze della sanità pubblica e pediatriche dell'Università di Torino hanno infatti rilevato che chi era portato a mangiare di più come reazione alle preoccupazioni legate alla pandemia aveva più di frequente sviluppato una forma depressiva. Più a rischio sono risultate le donne e gli studenti. Ma è vero anche il contrario. E cioè che la comparsa di queste problematiche determina quasi sempre un peggioramento della dieta. Un circolo vizioso che, se non interrotto, può rappresentare un rischio concreto tanto per la salute fisica (obesità) quanto per quella mentale.

Benefici anche dopo la pandemia?

La dieta - sia alimentare sia mediatica - è risultata più efficace nel prevenire ansia e depressione rispetto ad altri comportamenti già noti per avere questo effetto. Come per esempio il tempo trascorso all'aria aperta, in compagnia di amici, praticando attività fisica o coltivando un hobby. Un risultato che ha sorpreso gli stessi autori, sebbene non metta in discussione quelli che sono comunque i benefici indotti da queste pratiche. E che, per dirla con Joaquim Radua, a capo del gruppo di ricerca che studia attraverso il neuroimaging il decorso dei disturbi d'ansia e dell'umore all'Istituto di Ricerca Biomedica Sunyer di Barcellona, "abbiamo studiato in relazione alla pandemia, ma potrebbe essere applicato a tutte le situazioni che ci provocano un particolare stress". Un aspetto che si cercherà di chiarire attraverso ulteriori ricerche.