In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Lotta all’HIV, partiamo dai ragazzi

Lotta all’HIV, partiamo dai ragazzi
Le infezioni si mantengono elevate nei giovani. Dalle scuole un esempio di come si può comunicare per abbattere stigma e pregiudizio
2 minuti di lettura

Il trend delle infezioni da HIV è in costante discesa dal 2012 ma c'è un dato che continua a rimanere elevato, quello dei contagi fra i più giovani.

Lo conferma il Centro Operativo AIDS (COA) dell'Istituto Superiore di Sanità che alla vigilia della Giornata Mondiale dell'HIV/AIDS pubblica l'aggiornamento della sorveglianza nazionale: l'incidenza più elevata è fra i 30 e i 39 anni, seguita dalla fascia si età 25-29 anni. Uno zoccolo duro causato anche dalla minor informazione che negli ultimi anni si è fatta intorno al virus.

"Di HIV si parla sempre meno e questo ha un grave impatto sulla diffusione del virus perché molte delle persone che si infettano, e sono soprattutto i giovani, si infettano in maniera assolutamente incosciente, senza avere nessuna percezione del rischio di contrarre l'infezione", ha dichiarato Andrea Gori, Direttore dell'Unità Operativa Malattie infettive Ospedale Luigi Sacco di Milano e presidente di Anlaids Lombardia. "Oggi fortunatamente abbiamo terapie in grado di controllare l'infezione e che riducono fortemente la mortalità ma questo non deve portare ad abbassare la guardia".

BuzzKill, un'animazione contro l'Hiv. Per ricordare che è possibile evitare la trasmissione

Non abbassare la guardia e così abbattere stigma e disinformazione che ancora circondano l'infezione da HIV è l'obiettivo del progetto #cHIVuoleconoscere, promosso dall'Associazione Comunità Emmaus di Bergamo e realizzato grazie al Community Award Program di Gilead Sciences: una serie di interventi di informazione dedicati ai ragazzi delle scuole della provincia di Bergamo a cui è seguito un contest per il miglior poster  o prodotto multimediale.

"Insieme ai ragazzi abbiamo parlato di percezione del rischio, prevenzione, test, degli aspetti sociali e culturali legati al superamento della paura e del pregiudizio, del concetto di U=U", ha spiegato Paolo Meli, pedagogista, dell'Associazione Comunità Emmaus di Bergamo. "E poi abbiamo chiesto loro di realizzare dei prodotti per i loro coetanei che parlano con il linguaggio dei giovani. Quando andiamo nelle scuole troviamo sempre grande ascolto e interesse per chi parla ai ragazzi in maniera semplice e diretta, senza pregiudizi".

Su e giù, il corto degli studenti per una sessualità responsabile contro l'Hiv

Il test

Fondamentale parlare e rendere più accessibili i test così da verificare la presenza dell'infezione e interrompere la catena dei contagi. Un altro dato allarmante fra quelli diffusi dall'Iss riguarda infatti l'aumento costante dal 2015 della quota di persone a cui l'infezione da HIV viene diagnosticata tardivamente: il 63% di coloro che scoprono di essere sieropositivi lo fa in fase avanzata.

La diagnosi oggi peraltro fa meno paura grazie all'efficacia delle terapie che consentono di tenere sotto controllo l'infezione e di azzerare la carica virale.

Una vela più sicura, l'animazione vincitrice del concorso #cHIVuoleconoscere 2.0 per la lotta all'HIV

U=U

In inglese questo si traduce nell'equazione U=U, ovvero Undetectable = Untransmittable, non rilevabile, non trasmissibile. "U=U è un passo avanti enorme nella storia dell'infezione da HIV, perché permette alle persone che vivono con HIV di avere una vita sociale, di relazione, di intimità assolutamente normale e soprattutto perché toglie allo stigma sociale la sua ragion d'essere - dice Gori. Lo stigma nasce dalla mancanza di conoscenza: portare il concetto di U=U il più possibile al di fuori degli ambiti clinici è un nostro dovere. Dobbiamo diffondere questa informazione affinché le persone che vivono con HIV possano riappropriarsi della propria vita e migliorarla. Ma soprattutto dobbiamo dire alla società che una persona con replicazione azzerata del virus grazie alla terapia, non trasmette l'infezione".

HIV, Undetactable=Untrasmittable, l'opera in stop-motion per la campagna #cHIVuoleconoscere 2.0

Terapie efficaci

Molte sono le novità terapeutiche che nel corso degli ultimi decenni hanno trasformato la vita delle persone con infezione da Hiv: rispetto al carico di decine di pillole da prendere ogni giorno che pesava sulla vita quotidiana delle persone Hiv positive negli anni Novanta, siamo passati alla possibilità di assumere compresse di ridotte dimensioni che comprendono tre farmaci una volta sola al giorno.

"Tra le molte terapie su cui possiamo fare affidamento sicuramente la terapia a tre farmaci è efficace, sicura e tollerabile a lungo termine anche per i casi di pazienti più difficili - conclude Giovanni Di Perri, direttore della Clinica di Malattie infettive dell'Università degli Studi di Torino e consigliere della Società italiana malattie infettive e tropicali -. Si tratta di un regime estremamente robusto nel tempo, è il punto di arrivo nel movimento di ricerca e sviluppo della terapia antiretrovirale".