Melanoma, screening gratuiti per fare prevenzione tutto l’anno

Riparte la campagna “Oltre la pelle - La prevenzione al centro” che invita i cittadini a ritornare con fiducia nei centri specialistici per incontrare gli esperti ed effettuare visite di controllo tutto l'anno, a partire da questo mese e per tutto il 2022
3 minuti di lettura

Occuparsi del melanoma fuori stagione perché la prevenzione non va fatta soltanto in vista di primavera ed estate, ma tutto l’anno per limitare il più possibile il rischio del tumore della pelle più aggressivo e più frequente nelle persone al di sotto dei 50 anni di età. Con quest’obiettivo, la campagna “Oltre la pelle - La prevenzione al centro” promossa da Novartis con il patrocinio di società scientifiche e associazioni pazienti, riparte con una nuova iniziativa – “Incontriamoci” – che invita i cittadini a ritornare con fiducia nei centri specialistici per incontrare gli esperti ed effettuare visite di controllo tutto l'anno, a partire da questo mese e per tutto il 2022. Il primo appuntamento si svole il 17 novembre presso l’A.O.R.N. San Pio di Benevento: un’occasione per parlare, conoscere, prevenire e affrontare il melanoma insieme agli esperti del Centro e per effettuare screening gratuiti.

Poca prevenzione tra gli italiani

In Italia l’incidenza del melanoma è aumentata in modo importante negli ultimi dieci anni: per il 2020 sono stati stimati 14.863 nuovi casi (+ 20% rispetto al 2019), di cui 8.100 per gli uomini e 6.700 per le donne. In Italia vivono oggi circa 170 mila persone (80.069 uomini e 89.831 donne) con una pregressa diagnosi di melanoma. Nell’ultimo anno gli italiani hanno trascurato la prevenzione di questa neoplasia, come ha dimostrato una indagine condotta lo scorso marzo da Doxapharma e promossa da Novartis, secondo la quale nel 2020 quasi l’80% degli intervistati non ha ritenuto importante fissare una visita per la mappatura dei nei, il 43% ha dichiarato di non aver mai fatto uno screening, e tra coloro che erano abituati a controllarsi periodicamente, la frequenza è diminuita. Solo il 7% ha pianificato nei mesi successivi un controllo dei nei.

L’importanza dei controlli e dell’autovalutazione

L’indagine ha rilevato come sia diminuita anche la quota di persone che dichiarano di conoscere bene il melanoma e quella di chi ritiene fondamentale la diagnosi precoce per aumentare le possibilità di guarigione. “Per contrastare efficacemente il melanoma è importante adottare sin da piccoli dei comportamenti corretti, come esporsi al sole applicando sempre una protezione alta e solo in determinate fasce orarie, ed effettuare periodicamente il controllo dei nei” spiega Francesco Cusano, direttore della UOC di dermatologia dell’A.O.R.N. San Pio di Benevento – P.O. “G. RUMMO” e presidente dell’ Associazione Dermatologi Venereologi Ospedalieri Italiani e della Sanità Pubblica (Adoi). “Il primo passo del percorso di prevenzione è l’autovalutazione. In caso di neo sospetto è consigliabile rivolgersi al proprio medico e quindi al dermatologo per una visita”, aggiunge Cusano.

La prevenzione tutto l'anno

Controllo periodico dei nei e protezione della pelle dai danni causati dai raggi solari sono strumenti fondamentali per la prevenzione del melanoma, ma non basta preoccuparsene soltanto prima dell’arrivo della bella stagione. Anzi proprio dopo l’estate è ancora più importante verificare i possibili danni causati della scorretta esposizione al sole e in generale durante il resto dell’anno per controllare l’eventuale comparsa di nei sospetti. “La prevenzione del melanoma si basa sull'identificazione di un neo sospetto o a rischio e sulla selezione dei gruppi di popolazione a rischio – dichiara Ignazio Stanganelli, direttore del Centro Clinico-sperimentale di Oncodermatologia - Skin Cancer Unit dell’Istituto Tumori della Romagna (IRST) IRCCS, Professore Associato dell’Università di Parma e presidente dell’Intergruppo Melanoma Italiano (IMI). "La prevenzione del melanoma deve essere effettuata tutto l’anno, sia in presenza di una lesione che cambia sia monitorando i sottogruppi di popolazioni ad alto rischio, e a più livelli: da parte della popolazione, per riconoscere i cambiamenti di un neo sospetto, utilizzando la regola ABCDE e il cosiddetto segno del 'brutto anatroccolo', ovvero di quel neo che spicca e si differenzia rispetto agli altri; da parte del medico di base, per il pronto invio allo specialista, a seguito del riconoscimento della lesione sulla base delle caratteristiche sopra descritte e infine da parte dello specialista dermatologo che deve utilizzare, oltre all'osservazione clinica a occhio nudo, la dermoscopia per aumentare la capacità diagnostica e di selezione delle lesioni sospette. In casi particolari lo specialista può utilizzare la dermoscopia sequenziale (o mappatura) e la microscopia confocale, anche se questa tecnica è attualmente utilizzata in pochi centri”.

La campagna 'Oltre la pelle - La prevenzione al centro'

Per riportare l’attenzione delle persone sull’importanza della prevenzione del melanoma, la campagna di Novartis “Oltre la pelle - La prevenzione al centro” torna con una nuova iniziativa presso i centri specialistici di alcune città italiane, per invitare la cittadinanza a controllarsi grazie a screening gratuiti, a dialogare e confrontarsi con i clinici per conoscere, prevenire e affrontare insieme il melanoma. La campagna ha il patrocinio di: Intergruppo Melanoma Italiano (IMI), Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse (SIDeMaST), Associazione Dermatologi Venereologi Ospedalieri Italiani e della Sanità Pubblica (ADOI), Associazione Italiana Malati di Melanoma (A.i.Ma.Me.), Melanoma Italia Onlus (MiO), Associazione Pazienti Italia Melanoma (APAiM), Emme Rouge Onlus e MelanomaDay.

‘Incontriamoci’ con medici e associazioni di pazienti

L’iniziativa ‘Incontriamoci’ parte il 17 novembre dall’A.O.R.N. San Pio di Benevento – P.O. “G. RUMMO” e proseguirà per tutto il 2022 coinvolgendo altri centri distribuiti su tutto il territorio nazionale. Gli incontri prevedono un momento informativo con gli esperti del Centro che ospiterà l'evento per parlare dell’importanza della prevenzione primaria e secondaria e della necessità di controlli periodici. I partecipanti all’incontro informativo potranno effettuare al termine dell’evento uno screening gratuito dei nei. Per partecipare agli incontri ed effettuare le visite gratuite è necessaria la prenotazione: tutti i dettagli sono disponibili sul sito www.oltrelapelle.it nella sezione dedicata “Parliamone insieme”.