In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Aneurisma dell’aorta toracica, ecco il trattamento su misura in base a genere e peso

Aneurisma dell’aorta toracica, ecco il trattamento su misura in base a genere e peso
Le nuove linee guida USA rivedono le indicazioni all’intervento nei centri di alta specializzazione. Prevista un ruolo fondamentale del paziente nella scelta del trattamento e occhi puntati diagnosi precoce con lo screening per l’aneurisma e la dissezione dell’aorta.
3 minuti di lettura

Screening mirato nelle famiglie in cui ci sono stati casi. Interventi mirati per uomini e donne, considerando anche le dimensioni dei vasi sanguigni. Team interdisciplinari per offrire il meglio della chirurgia e del monitoraggio della situazione. E, soprattutto, paziente protagonista della scelta terapeutica sul letto operatorio. Così affronteremo sempre meglio la potenziale "bomba a orologeria" rappresentata dall'aneurisma dell'aorta toracica e dalla dissezione aortica.

Queste lesioni si sviluppano nel tempo e poi si manifestano a volte improvvisamente, magari in seguito ad una puntata ipertensiva, mettendo a rischio la vita di chi ha in petto queste alterazioni della parete arteriosa. L'American College of Cardiology e l'American Heart Association presentano su Journal of American College of Cardiology e Circulation le nuove linee guida realizzate da un team di esperti coordinato da Eric M. Isselbacher, per la diagnosi precoce e trattamento di queste patologie, puntando soprattutto sull'importanza di sospettare e scoprire attraverso test specifici le lesioni, per poter poi intervenire nel modo migliore, caso per caso.

Cosa sono aneurisma e dissezione dell'aorta

L'aorta toracica è la parte di vaso più vicina al cuore, L'aneurisma è una malattia subdola e potenzialmente mortale, con poco meno di 2000 casi l'anno in Italia. Il problema è legato ad una dilatazione della principale arteria vicina al cuore, - che trasporta circa 200 milioni di litri di sangue nell'arco di una vita media e ha un diametro di 3 centimetri. Quando si realizza l'aneurisma, una sorta di "bolla", il diametro del vaso si sfianca anche se in quasi tutti i casi nemmeno ci si accorge di quanto avviene.

La lesione interessa di più gli uomini rispetto alle donne, con un rapporto di tre a uno, e la fascia di età tra i 55 e i 75 anni. Le cause principali sono di natura congenita - legate a malattie che indeboliscono o alterano le pareti dell'aorta come la sindrome di Marfan, o l'arteriosclerosi. Ma importanti possono essere anche i traumi derivati da violenti tamponamenti stradali che portano l'aorta a lacerarsi.

Il fumo, l'ipertensione e la familiarità sono fattori di rischio determinanti per l'aneurisma dell'aorta. La dissezione aortica invece esordisce acutamente con lo slaminamento delle pareti aortiche. A seconda della porzione di vaso colpita e della sua estensione, può avere un'altissima mortalità.

Importante studiare i nuclei familiari

Prima di tutto, in chiave preventiva, si punta l'attenzione sulla necessità di identificare i soggetti a maggior rischio di sviluppare malattie dell'aorta. Per questo l'attenzione si deve concentrare sulle famiglie in cui si sono già manifestati casi. Lo screening familiare deve prevedere sia test genetici mirati sia esami radiologici, studiando tutti i parenti di primo grado di individui con diagnosi di aneurisma della radice aortica o dell'aorta toracica ascendente, o di quelli con dissezione aortica. Si ricorda anche come sia importante realizzare esami come la Tac o la risonanza magnetica in un unico centro o comunque seguendo la stessa tecnica.

Interventi su misura

Le nuove linee guida raccomandano di programmare gli eventuali interventi anche in base alla struttura fisica dei pazienti, specie se sono molti piccoli o alti rispetto alla media. Per il resto, nei centri specializzati la soglia per l'intervento chirurgico per aneurismi sporadici della radice aortica e dell'aorta ascendente è stata abbassata da 5,5  a 5 centimetri in alcuni individui, ricordando che il rischio di aneurisma o dissezione aortica aumenta con le dimensioni.

Con questa raccomandazione, individui selezionati possono sottoporsi a un intervento chirurgico salvavita prima per prevenire la morte per aneurisma o dissezione aortica. Inoltre, le linee guida aggiornano la definizione di tasso di crescita rapida dell'aneurisma: l'intervento chirurgico è consigliato per i soggetti con aneurismi della radice aortica e dell'aorta toracica ascendente con un tasso di crescita confermato pari o superiore a 0,3 centimetri l'anno per due anni consecutivi o di 0,5 centimetri in un anno. La rapida crescita dell'aorta è un fattore di rischio di rottura.

Il paziente protagonista della scelta del trattamento

"Le linee guida pongono grande importanza all'esperienza dei centri, che devono essere dotati di equipe multidisciplinari che comprendono necessariamente cardiochirurghi, chirurghi vascolari ed endovascolari e anestesisti esperti nei trattamenti aortici, ma soprattutto alla 'decision sharing' - commenta Mauro Rinaldi, ordinario di Cardiochirurgia all'Università di Torino. È fondamentale coinvolgere il paziente in scelte fondamentali specialmente quando non c'è una chiara evidenza del beneficio di un trattamento rispetto ad un altro: ad esempio questo aspetto va considerato nel trattamento delle dissezioni B asintomatiche o la necessità di intervento in aorte dilatate in sindromi genetiche per donne prima della gravidanza".

Per il resto, a detta degli esperti, la diminuzione della soglia da 5.5 a 5 centimetri per l'aorta ascendente si attendeva da tempo e già diversi specialisti si muovevano in questo senso. "Appare importante anche l'indicazione di un diametro soglia dell'aorta toracica di 5.5 centimetri in caso di aneurisma toracico discendente (invece dei 6 centimetri di altre linee guida) e la riduzione del diametro aortico di cut-off per l'indicazione chirurgica in centri esperti per altre patologie - conclude Rinaldi. Purtroppo molte delle raccomandazioni non sono basate su studi con evidenze di elevato livello ma su raccomandazione di esperti quindi c'è grande bisogno di studi prospettici e randomizzati (RCT) che confermino quello stabilito dalle attuali linee guida".