Rich Waterworth: “TikTok non è solo per ragazzini la vita reale è nei nostri video

Rich Waterworth, general manager  TikTok Europe

Il general manager europeo dell’app che conta un miliardo di utenti attivi “Non siamo una perdita di tempo: diamo un pubblico a chiunque abbia talento”

Get Extra, ottieni di più. È il motto della partnership tra TikTok e l’Eurovision di Torino, ma anche la filosofia dell’intera piattaforma che oggi conta oltre un miliardo di utenti in tutto il mondo. Scoprire il dietro le quinte, che si tratti di un grande evento o della vita dei singoli “creator”. Con la pandemia l’app ha avuto una crescita esponenziale, un grande balzo tra contenuti virali e protezione dei dati. E detta la linea anche ai competitors, sul fronte video.

Mentre altri social network cambiano volto e proprietà, TikTok continua nella sua crescita verticale. Anche grazie alla partnership di grandi eventi, come l’Eurovision oggi e il Festival di Cannes domani: è una nuova frontiera per crescere?
«Siamo diventati partner perché crediamo nei valori di questi eventi e alla passione che sanno generare. L’Eurovision di Torino, ad esempio, sta coinvolgendo le persone indipendentemente dall'età, provenienza geografica o lingua: è quello che vogliamo fare anche noi. Ci definiamo una “finestra sul mondo”, ma anche una “tela bianca” da riempire con la propria creatività: TikTok è per tutti».

Dai più giovani agli adulti? C’è chi è rimasto all’idea di un’app da ragazzini dove si balla.
«Sempre più adulti si avvicinano a TikTok proprio perché trovano contenuti adatti a loro, che si tratti di musica, divertimento o di cultura. L’esempio è #BookTok, una delle più grandi community globali di persone che amano la lettura e che consigliano libri da leggere e coinvolge tutte le età. Ci sono contenuti adatti a chiunque».

App come TikTok, per molti, sono sinonimo di “perdita di tempo”. Che valore si dà al tempo passato su uno smartphone?
«La cosa veramente importante è il tipo di contenuto e di esperienza che state vivendo. Come #BookTok, ma anche #ImparaconTikTok e i contenuti a tema sportivo: la cosa più importante è che il tempo che trascorrete su TikTok sia il tempo in cui imparate qualcosa di nuovo o vi godete una delle vostre passioni. Così ha un valore. TikTok non allontana dalla vita vera che è lontana da uno schermo, anzi. Basta conoscere la piattaforma per scoprirlo».

TikTok è sensibile al tema della protezione dei minori. È sufficiente?
«La sicurezza dei minori è da sempre la nostra priorità. TikTok è una piattaforma per persone con più di 13 anni ed è fondamentale che i genitori si uniscano a noi, scoprendo strumenti sviluppati apposta per supportare gli utenti più giovani nel loro percorso su TikTok. Come il Collegamento Famigliare, che consente un'esperienza personalizzata in app settando dei limiti massimi di tempo online o restrigendo la possibilità di ricerca dei contenuti».

Molti l’hanno scaricato durante la pandemia e hanno raggiunto non solo il successo, ma anche un lavoro.
«Il punto di partenza è che TikTok è una piattaforma di intrattenimento che ha permesso alle persone di essere creative grazie a strumenti di editing video, suoni e musica, effetti e scoprire nuovi trend. È diventato molto facile diventare creativi su TikTok, ma allo stesso tempo i nostri creator ogni giorno danno prova del loro talento unico. E qui possono trovare una comunità e un pubblico».

Ed è davvero un social “democratico”, che non dipende dalla propria bolla o dalla fama di partenza?
«Fa parte del Dna di TikTok, anche chi crea un account da zero se fa contenuti che funzionano viene visualizzato da un numero esponenziale di altri utenti. Così come dal punto di vista personale il funzionamento del feed "Per Te" si basa su interessi e passioni personali, ma non li isola: cerca di allargarli a cose simili per crearne di nuovi. In questo modo le persone sono in grado di scoprire sempre qualcosa di nuovo».

Qual è il segreto per riconoscere un creator che funziona più di altri, per voi?
«Non c'è alcun segreto: siamo costantemente e piacevolmente sorpresi dalle tendenze che nascono spontaneamente sulla piattaforma. La community, che oggi supera il miliardo di utenti in tutto il mondo e più di 100 milioni solo in Europa, si esprime e porta la propria prospettiva, condividendo un talento autentico».

Chi sarebbe stato un buon “TikTokers”, tra le personalità del passato?
«John Lennon. E in parte c’è, su TikTok, con l’account ufficiale dei Beatles che condivide video di John e Paul. Ci sono molti grandi artisti delle generazioni precedenti e del passato, insieme a incredibili discorsi di leader e pensatori del passato ripresi dai creator. Che mostrano non solo la loro creatività, ma anche quella degli altri».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Marmolada, trovate altre vittime del crollo del ghiacciaio

Tataki di manzo marinato alla soia, misticanza, pesto “orientale” e lamponi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi