In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
PROVA
alig

Fiera del lavoro, ecco i volontari che organizzano l’evento: “Una grande opportunità per i giovani”

Da una parte, Lorenzo, 23 anni, ha avuto un’esperienza su ambedue i fronti della fiera, avendo partecipato sia per fare dei colloqui sia come volontario. Filippo, invece, è ormai un’esperto, avendo preso parte a 5 fiere, compresa quella di quest’anno

Virginia Gomiselli
2 minuti di lettura

Nata dall’istanza di giovani universitari, la Fiera del Lavoro - organizzata dall’associazione Alig (Associazione dei laureati di Ingegneria gestionale) in programma l’11 e 12 novembre a Udine al Teatro San Giovanni da Udine - è un evento tutto per i giovani e per il loro futuro. Il suo cuore pulsante sono proprio i volontari, appassionati e pieni di energia, che ogni anno portano avanti la fiera. Abbiamo deciso di intervistare Filippo Del Ben e Lorenzo Venturini, due “veterani” della Fiera e membri di Alig.

 

Da una parte, Lorenzo, 23 anni, ha avuto un’esperienza su ambedue i fronti della fiera, avendo partecipato sia per fare dei colloqui sia come volontario. Filippo, invece, è ormai un esperto, avendo preso parte a 5 fiere, compresa quella di quest’anno.

Grazie alla loro conoscenza dell’evento, possiamo discutere alcuni dei suoi aspetti più rilevanti. Approfittiamo subito della loro lunga esperienza per chiedere qual è stato lo sviluppo della Fiera nel corso degli anni. Lorenzo e Filippo concordano nel vedere una costante crescita a livello di numeri: «Quest’anno, la fiera ha segnato un nuovo record con 80 aziende partecipanti, mai così tante, nemmeno prima della pandemia. È un traguardo notevole in quanto dimostra che l'evento funziona: non è organizzata seguendo la tradizionale struttura delle fiere del lavoro ma comprende anche attività, a cui persone anche non direttamente coinvolte nei colloqui, possono interessarsi. Ad esempio, vengono proposti interventi di personaggi di spessore, quali Paolo Bonolis».

Quest’anno la manifestazione mantiene un duplice format, digitale e in presenza: «Da una parte, ciò permette alle aziende straniere di partecipare, eliminando la distanza e offrendo opportunità lavorative all’estero. Dall’altra, risulta particolarmente utile il processo di scrematura dei candidati: mandando il proprio curriculum anticipatamente, le aziende selezionano chi intervistare, potendo così dedicare più tempo ai “profili”più promettenti».

Parlando di giovani e di posti di lavoro, sorge spontanea la domanda relativa alla comunicazione tra mondo dell’istruzione e mondo de lavoro.. È un punto chiave quello di cui ci parla Lorenzo in quanto al giorno d’oggi ci troviamo di fronte a una crisi disoccupazionale che affligge specialmente i giovani, che hanno spesso difficoltà a trovare lavoro. La Fiera dimostra invece che i posti ci sono e che le aziende sono a caccia di giovani talenti.

L’esperienza di Lorenzo come colloquiante ce lo dimostra: «La Fiera mi ha mostrato le opportunità lavorative che avevo dopo la triennale, ma soprattutto mi ha aiutato ad instaurare dei rapporti con diverse ditte, con cui ancora oggi sono in contatto, per futuri posti di lavoro».

L’evento è una grande possibilità per chiunque voglia mettersi in gioco e per chi vuole comprendere quale sia oggi l’incontro tra domanda e offerta. Su questo punto si apre una parentesi sul mondo della scuola e su come la Fiera possa, magari in futuro, aiutare gli studenti delle superiori nella scelta del corso universitario. «È importante che gli studenti si chiedano, se quella facoltà permetterà loro di trovare lavoro o no» ci dice Filippo e continua «conoscere il mercato del lavoro è essenziale per i giovani. Prima di iscriversi a una facoltà, è bene sapere quali profili ricercano le aziende, senza ostinarsi a disertare discipline che poi potrebbero offrire grandi opportunità di impiego».

Oggi la ricerca di un'occupazione è diventata un’odissea per i giovani ma eventi come la Fiera del Lavoro di Udine rappresentano una grande opportunità. Questo è però possibile grazie anche all’opera di giovani volontari, come Filippo e Lorenzo, pronti a mettersi al servizio degli altri giovani.

I commenti dei lettori