In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Marino: «A Udine per riaprire un ciclo»

«Ho sempre puntato a un calcio propositivo Sicuramente giocheremo con tre attaccanti»

2 minuti di lettura
Pasquale Marino? Scaltro e spiritoso. Primo indizio. «Tridente? Certo che sì. Quando entro in spogliatoio, do la maglia ai tre attaccanti, poi si comincia a discutere del resto». Secondo indizio: «Di solito il giorno della presentazione è il più bello per un allenatore perchè nessuno lo può criticare. Il direttore Leonardi, invece, mi ha già rimproverato per aver perso con il Catania a Genova contro la Sampdoria facendo svanire per l’Udinese la possibilità dell’Intertoto». Terzo indizio. «Fate pure ancora qualche domanda, ma che sia facile, mi raccomando». Il nuovo allenatore dell’Udinese, presentato ieri allo stadio Friuli, è racchiuso in queste tre dichiarazioni che vanno oltre le solite frasi di prammatica e che comunque testimoniano la filosofia di lavoro del nuovo mister. Giampaolo Pozzo, che lo ha incontrato a metà pomeriggio in sede, ha spiegato così la scelta. «Il suo Catania mi ha fatto venire il mal di testa nelle due partite in cui l’abbiamo affrontato. Lo seguiamo dai tempi in cui allenava l’Arezzo, è un tecnico molto preparato». E soprattutto orgoglioso di sedersi sulla panchina dell’Udinese. «Mi è stata proposta una grande occasione, sono arrivato in una società che ha saputo ottenere traguardi straordinari lanciando giocatori di primo livello». La telefonata di Pozzo è arrivata subito dopo la conclusione del campionato. «Ma già a dicembre la proprietà aveva espresso dei giudizi lusinghieri sul mio contro e a un certo punto, non lo nego, ho cominciato a sperare in una chiamata». Sa già cosa lo aspetta. Ricreare uno spirito di gruppo e di appartenenza che ultimamente si erano annacquati. «Io porterò il mio entusiasmo e la mia voglia, dovrò avere a disposizione giocatori smaniosi di far bene». Quello di ieri è stato il suo primo giorno a Udine, ma si è già seduto a tavolino con la società per costruire la squadra. «Di incedibili, per quanto mi riguarda, ce ne sarebbero tantissimi, però bisogna vedere se hanno il desiderio di indossare ancora questa maglia. Sono qui per aprire un ciclo cercando di proporre un calcio propositivo, quello cui si era abituato il pubblico friulano. Cosa serve per riuscirci? Giocatori di personalità e con qualità di palleggio». La scelta del tridente sarà automatica. «In spogliatoio prima consegno la maglia alle tre punte, per gli altri si vede dopo. La difesa? Si può giocare a tre o a quattro, questa rosa ha gli uomini per interpretare entrambe le soluzioni. Spinesi e Caserta? Ottimi giocatori, ma non ho individuato in loro i possibili acquisti. Lo staff? Sarà composto da uomini che hanno già lavorato con me». Malesani, il giorno della sua presentazione, si definì un aziendalista. «Io sono una via di mezzo. Si lavora in sintonia e per il bene dell’Udinese, la società deve conoscere le idee dell’allenatore e mettergli a disposizioni giocatori con determinate caratteristiche». A Udine prima che riaprire un ciclo bisogna riaccendere la scintilla con la gente. «Siamo consapevoli che la prima mossa spetterà alla squadra. Di solito è il pubblico che aiuta i giocatori, stavolta toccherà a noi ricreare entusiasmo e riportare tanta gente al Friuli».
I commenti dei lettori