Combinata: Pittin tricolore, l’argento a super Michielli

Splendida doppietta friulana ai campionati italiani assoluti di Predazzo. Roberta D’Agostina seconda nel salto, Federico Cecon di bronzo tra gli junior

TARVISIO. Splendida doppietta friulana ai campionati italiani assoluti di combinata nordica dal trampolino piccolo (Hs 106) disputati ieri a Predazzo (Trento). Il finanziere di Cercivento, Alessandro Pittin, ha confermato i pronostici vincendo gara e titolo, mentre il poliziotto tarvisiano Giuseppe Michielli, secondo, ha messo al collo l’argento. Altre due medaglie per la bacheca del comitato regionale della Fisi hanno assicurato i lussarini Roberta D’Agostina, che ha conquistato l’argento degli assoluti di salto femminile, pure disputati dal trampolino Hs 106 di Predazzo, e il giovane talento Federico Cecon, terzo e bronzo nei campionati italiani junior di salto.

Per Pittin, medaglia di bronzo olimpica di Vancouver, quello conquistato ieri è il sesto titolo assoluto. «Vincere fa sempre bene - commenta Alessandro -; sono contento anche perché noto che nel salto sto migliorando. Comunque, spero di fare ulteriori progressi per la prossima tappa di coppa del Mondo a Schonach».

«Per quanto concerne la gara - aggiunge Pittin - devo dire che è stato bravo Michielli a tenermi testa fino al terzo giro sugli sci stretti, fino al mio allungo». Michielli, dopo un’ottima prova di salto che gli ha permesso di cominciare la 10 km di fondo solo 2 secondi dopo il campione carnico, ha chiuso secondo a 36’’7 da Pittin. Ha ben difeso l’argento tenendo a debita distanza l’altoatesino Lukas Runggaldier, terzo a 1’21’’5. «E’ un argento che mi dà tanto morale - afferma Michielli -; finalmente ho fatto un buon salto in gara ed era tanto che l’aspettavo. Poi, sono riuscito a fare anche una buona prova di fondo. Sono proprio contento».

Da segnalare poi il nono posto, quinto degli juniores del quindicenne lussarino Raffaele Buzzi che, com’è noto, parteciperà a Giochi olimpici giovanili invernali di Innsbruck. In mattinata, nella gara per il titolo assoluto femminile di salto la regolare D’Agostina ha conquistato un brillante argento preceduta soltanto dall’altoatesina Evelyn Insam delle Fiamme gialle.

Terzo posto, invece, per l’alpina Lisa Demetz. A portare a casa la quarta medaglia friulana ha infine provveduto il figlio d’arte Federico Cecon, classe 1994, che nella gara per il titolo junior è stato preceduto da due atleti di due anni maggiori di età. Infatti, sia Michael Lunardi, vicentino della Forestale, vincitore del titolo sia Samuel Costa, trentino delle Fiamme oro, secondo, sono della classe 1992. Nella gara degli junior, inoltre, da segnalare i piazzamenti degli altri lussarini: il settimo posto di Zeno Di Lenardo, il nono di Raffaele Buzzi e l’undicesimo di Giacomo Marcocig.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi