In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

Hesjedal, il canadese con le zanne

Tappa dell’Alpe a Kreuziger, Scarponi attacca, Basso cede. Ryder stacca tutti e avvicina Rodriguez

1 minuto di lettura
(ansa)

PAMPEAGO. Il Giro s’incendia: Kreuziger vince la tappa del massacro, Hesjedal abborda la maglia rosa di Rodriguez, il vescovo Basso s’imballa e si fa superare in classifica da un indomito Scarponi. E oggi c’è lo Stelvio, preceduto, alè, dal Mortirolo. Signori, si balla. Dopo l’estenuante melina delle prime settimane, adesso è rumba con l’urlo. Uh!

Ieri si sono corse due tappe: una caratterizzata da una fuga sulla quale s’è precipitato, con profitto, il “bombardato di Cortina” Roman Kreuziger. L’altra, quella dell’alta classifica: concentrata sulla seconda ascesa all’Alpe di Pampeago e ristretta ai cinque della classifica.

E questa rampa infinita, senza tornanti per rilanciare l’azione, ha detto che il canadese Hesjedal, giunto secondo da solo, (e che va a cronometro) è lo spauracchio del Giro. Ha detto poi che Scarponi (che ha piazzato tre scatti) è tutto fuorchè morto. Ha precisato che Purito El Drito Rodriguez ha un po’ di gambe e saggezza.

E ha detto soprattutto che Ivan Basso, che in tutti questi giorni ha messo davanti la sua squadra a fare andature proibitive, in realtà temeva il peggio. Gambe in croce, per lui, sull’Alpe. E oggi vedremo se siamo al tramonto.

Cronaca. Tutto comincia, al solito, con una fuga di gente che si guadagna la pagnotta.Dentro c’è anche Sella, El Salvanel dei Colli Berici che, prima di essere pizzicato con il doping, vinse le tre tappe d’alta montagna del Giro 2008, Fedaia incluso. Tramontati i sogni di emulare Pantani, resta l’istinto da scalatore. Leggerino per tutto il resto, ma, quando la strada va su, lo vedi che sogna. Siccome ieri quel raton-flaco di Rujano si è ritirato, finalmente c’era campo libero e patron Savio non avrebbe eccepito. Non è bastato.

Dietro, dopo aver lasciato lavorare la Katusha, la Liquigas si rimette a fare la padroncina e detta un ritmo tosto.

I primi, che avevano più di 8’ di vantaggio, lo dimezzano in pochi chilometri e poi se lo mangiano quasi tutto sulla rampa dell’Alpe Uno, ovvero al primo passaggio in vetta.

Restano al largo Pirazzi e Casar, con 40” su resti di fuga e 3’ sul gruppo. Sul Lavazè, mentre sui 2 di testa s’agganciano Rohregger e Sella, Kreuziger si spara in avanti a caccia di rivincita sugli 11’ di ritardo di Cortina. Il ceco s’aggancia a Cataldo e si mette a caccia dei primi. Sull’ultima salita si presentano: Pirazzi, Casar e Kreuziger, che mette la freccia. Ma lì la corsa esplode e, ceco a parte (al traguardo lo aspetta la morosa e non sta nella pelle), si resetta tutto.

Oggi c’è l’ultimo tappone con arrivo in salita. Divertiamoci. E occhio ai colpi di coda.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori