In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio

De Gendt, un’aquila sullo Stelvio

Giro d'Italia, arriva a due passi dalla maglia rosa, Rodriguez la difende, Basso si arrende. Ora il favorito è Hesjedal

2 minuti di lettura
(ansa)

PASSO DELLO STELVIO. Il Giro trema sotto i colpi di un belga in fuga dall’inizio della tappa di Mortirolo e Stelvio. Thomas De Gendt conquista Cima Coppi e per qualche minuto è maglia rosa. Alla fine il suo distacco in classifica è di 2’18”, troppo, nonostante la propensione per il tic-tac, per operare oggi il sorpasso nella crono di Milano. In maglia rosa resta ancora Rodriguez, che invece a cronometro va maluccio: lo spagnolo fa... il portoghese nella salita dello Stelvio, succhia le ruote fino a 800 metri dall’arrivo, poi scatta, prende Scarponi, involatosi prima di lui, e guadagna una manciata di secondi sul pretendente alla Rosa di Milano, Ryder Hejsedal, capace di condurre (abbandonato da tutti) l’inseguimento di De Gendt da solo e ora indiziato di vittoria finale.

Aggiungiamo che al secondo posto di tappa arriva Cunego. Il quale, in qualità di “resto di fuga “, potrebbe anche fermarsi per dare una mano a Scarponi ma non lo fa. Ma da “resto di fuga” si comporta.

Polposa cronaca. La corsa apre le ali sul Mortirolo, dopo che il Tonale aveva visto passare una fuga folta - improbabile? - piena di gregari. Certo il nido delle aquile è lontano e la fuga preoccupa poco in chiave Stelvio, ma è tattica pura.

Da questa innocente fuga prendono però il largo Zaugg (tutto solo, il vincitore del Lombardia 2011), seguito da Serpa, Losada. Amador e Cataldo. Quando s'attacca Cima Pantani, sono già stati cacciati per “scia prolungata dietro le auto” un bel po' di corridori, tra i quali Guardini e Hunter. Nella salita vanno in fumo un bel po' di dischi della frizione delle ammiraglie, con corridori costretti a zigzagare (quando non a scendere di sella) tra le auto e la sensazione che l'organizzazione sia stata troppo indulgente con il seguito.

Vanno segnalati poi tre attacchi di Rodriguez, ai quali risponde in prima persona l'... onnipotente Hesjedal. E un attacco di Kreuziger tamponato in modo corale dal gruppo, (Ryder è lucido: di inseguire non ci pensa nemmeno e lascia che il ceko faccia).

Dice radiocorsa che Basso s'incatrami un paio di volte e ci crediamo (ha bruciato la squadra). Scarponi? Presente. La squadra di Ivan ferma dunque Cataldo per dare una mano al capitano dei ramarri, che sembra più Liqui che ...gas. Dal gruppo evade Cunego (dovrebbe fare il punto d’appoggio per Capitan Scarpoon) e inizia a dare la caccia ai primi. Ma siamo solo all'avvicinamento a Bormio, dove la tappa s'infiamma per 20 km, fino ad arrivare tra due muri di neve e qualche sciatore in attività.

A Bormio, nel profumo del pino cembro, passano Zaugg, poi Cunego, De Gendt, Izaguirre, Nieve, Amador,Kangert. In gruppo riposa la Katusha e tira la squadra di Hejsedal, che evidentemente si sente già in rosa. Bisognerebbe dirlo alla valanga di pseudo-inviati spagnoli e russi, spediti a intasare la sala stampa.

La corsa si spacca in due: davanti i cacciatori di tappa (più De Gent), dietro la “creme” di classifica, con il canadese della Costa Brava in veste di osservato speciale.

Il ribaltone.Ma qui i giochi si ribaltano. De Gendt molla di nuovo tutti (quelli in mezzo non contano) e inizia a rincorrere addirittura la maglia rosa, mentre i big non possono fare altro che sperare che il belga scoppi. Il problema è che si apre un secondo fronte: Gadret, il francese che ama il Giro, si spara in avanti e sogna, anche lui, in rosa, almeno per un giorno

Caporetto?. Hesjedal è circondato da lupi (lavora tu, che a noi scappa da ridere), deve fare tutto da solo e non ne ha la forza. Gadret cede, De Gendt no. Cedono anche Basso e Pozzovivo. Andiamo, è il tempo delle aquile. Basso fa la quaglia, parte Scarponi e pianta lì il canadese (e Purito El Drito, che gli succhia la ruota e poi andrà a fulminare lui e “Scarpoon”). Il resto lo sapete già.

Chiacchiere al traguardo se ne fanno tante. Ma oggi c’è la crono. Il favorito (per la classifica) è il canadese. Ma ieri si è stancato molto.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori