Sette punti su dodici: bilancio da applausi per l’Itas Martignacco

MARTIGNACCO. Sette punti in quattro giornate. L’Itas Città Fiera non avrebbe potuto sperare in un inizio stagione migliore. Nonostante il ko al tie break contro l’Ata Trento la squadra di Cuttini...

MARTIGNACCO. Sette punti in quattro giornate. L’Itas Città Fiera non avrebbe potuto sperare in un inizio stagione migliore. Nonostante il ko al tie break contro l’Ata Trento la squadra di Cuttini può considerarsi soddisfatta di questa prima fase del campionato: essendo una rosa giovane e rinnovata la formazione di Martignacco ha bisogno di tempo per crescere e per amalgamarsi. L’importante, in questo avvio di stagione, è dunque non perdere mai contatto con la realtà: farsi prendere da facili entusiasmi, o, al contrario, essere troppo severi con se stessi, potrebbe risultare controproducente per un gruppo appunto giovane e che deve ancora trovare continuità.

Coach Cuttini tiene molto a sottolineare questo fatto e a rimarcare che il risultato ottenuto a Trento è più che soddisfacente. «Nel terzo set - spiega - ci siamo bloccati su una rotazione, come spesso ci accade. Nel quarto set siamo però state bravissime a riaprire i giochi, nonostante la stanchezza si facesse sentire. Proprio la reazione dimostrata nel quarto set è stata la nota più positiva di questo incontro. La squadra mi è piaciuta molto, perché ha mostrato carattere, in un momento in cui era invece in difficoltà fisicamente».

L’Itas Città Fiera non partiva con i favori del pronostico, visto che nella scorsa stagione aveva perso entrambe le gare contro l’Ata. Il risultato finale è dunque più che positivo per la squadra friulana, che nel complesso ha tenuto bene il campo. «Ripeto continuamente alle ragazze - spiega ancora Cuttini- che dobbiamo avere consapevolezza di quello che siamo. Queste prime quattro giornate hanno messo in luce già grandi progressi e questo è molto positivo. Siamo però ancora discontinui: abbiamo ancora troppi alti e bassi e questo dipende da tanti fattori. Ci capita anche in palestra: non abbiamo ancora la sicurezza e la capacità di restare concentrati per tutto l’allenamento. Dobbiamo dunque continuare a lavorare come stiamo facendo, senza farci prendere dallo sconforto o, al contrario, senza farci trascinare dall’esaltazione».

Nel prossimo turno le ragazze di Martignacco affronteranno La Sportiva Brescia, che al momento ha lo stesso numero di punti in classifica. Uno scontro diretto, dunque, in chiave salvezza. (m.t.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omicidio a Foggia, quattro colpi di fucile e la vittima non ha scampo: in 10 secondi il killer uccide e scappa

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi