L’Itas Città Fiera a Padova per mettere le ali in zona salvezza

MARTIGNACCO. Tre punti serviti su un piatto d’argento per l’Itas Città Fiera che, nella sesta d’andata di B1 di volley femminile, farà visita alla giovane Le Ali. Dopo la brillante stagione scorsa,...

MARTIGNACCO. Tre punti serviti su un piatto d’argento per l’Itas Città Fiera che, nella sesta d’andata di B1 di volley femminile, farà visita alla giovane Le Ali. Dopo la brillante stagione scorsa, che non si è però conclusa con la tanto ambita promozione in A2, la società patavina ha deciso di puntare su una squadra giovanissima, costituita in prevalenza da under 18. In cinque turni di campionato Le Ali ha raccolto solo un punto. L’avversario non va sottovalutato, ma senza indubbio è un’occasione da cogliere al volo per incamerare 3 punti preziosi ai fini della salvezza.

Il match, che avrebbe dovuto disputarsi domani sera, è stato posticipato a domenica, alle 18, a Padova. Anche la formazione di Martignacco ha un’età media bassa, ma finora ha dimostrato di avere una marcia in più rispetto alle squadre che lottano per restare nella categoria. Lo dicono i risultati ottenuti sul campo e anche l’atteggiamento della squadra durante le gare. Grandi complimenti sono arrivati anche da Patrizia Amadori, coach de La Sportiva Brescia, avversario incontrato e battuto per 3-1 nel turno scorso.

L’allenatrice della squadra bresciana ha dichiarato che l’Itas Città Fiera è stato l’avversario più forte incontrato in queste prime giornate. «La gara è stata appassionante e la vittoria importante – afferma il presidente della Polisportiva Libertas Martignacco, Bernardino Ceccarelli –. La società è orgogliosa di avere puntato su questo gruppo giovane, che lavora con professionalità e impegno. Ottimi anche il tecnico Cuttini e il suo staff che, con scelte perfette e un lavoro impeccabile sia tecnico sia fisico, stanno guidando la squadra verso grandi risultati».

Per la trasferta a Padova le atlete di Martignacco sono tutte in ottime condizioni fisiche; i problemi influenzali della settimana scorsa sembrano, al momento, solo un ricordo. «Anche se la formazione avversaria è molto giovane – conclude la società di Martignacco – va affrontata con il dovuto impegno e concentrazione, perché le squadre giovani possono sempre riservare sorprese. Va inoltre tenuto conto del fattore campo». Per la trasferta a Padova ci sarà una nutrita schiera di tifosi al seguito. (m.t.)

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi