L’Itas Martignacco verso il giro di boa con l’incognita Figini

MARTIGNACCO. L’Itas Città Fiera si prepara al rush finale della prima parte del campionato di B1 femminile, ma con l’incognita Figini. Al termine del quarto set del match contro l’Isuzu la centrale...

MARTIGNACCO. L’Itas Città Fiera si prepara al rush finale della prima parte del campionato di B1 femminile, ma con l’incognita Figini. Al termine del quarto set del match contro l’Isuzu la centrale si è infortunata a una caviglia e la sua presenza è in forte dubbio per le ultime due gare dell’andata. L’infortunio della centrale è capitato per altro in un momento clou dell’incontro in provincia di Verona; se Francesca non si fosse infortunata l’Itas avrebbe potuto giocarsi al meglio le proprie chance e riuscire forse a portare le quotate avversarie al tie break. «L’infortunio non è grave – spiega coach Cuttini –, ma è improbabile che Francesca sia a disposizione per la gara di domenica contro il Millenium Brescia. Speriamo possa essere utilizzabile almeno per il match di mercoledì 28 contro Bassano».

Cuttini si è detto molto soddisfatto della reazione dimostrata dalla squadra nel terzo set. Sotto 2-0 le ragazze non si sono abbattute; sul 2-1 hanno anche sfiorato il pareggio. Le friulane non sono nuove a queste rimonte, ma sta volta la reazione è stata particolarmente decisa. Tutta la squadra ha giocato su un buon livello, ma sta volta merita una menzione particolare Elena Colonello. «Superata l'emozione iniziale – ha dichiarato Cuttini – Elena ha dato davvero un grande contributo in tutti i fondamentali: è una ragazza che lavora moltissimo in palestra e che ha buoni riscontri sia in attacco che in difesa. La sua prova ci ha fatti ritornare da Cerea con qualcosa in più. Ora ci attende il Millenium, che considero la squadra più forte del campionato. Sarà un’altra partita in cui non abbiamo nulla da perdere, ma che richiederà il massimo impegno da parte nostra, così come accaduto nella seconda parte del match contro Cerea».

La gara di domenica scorsa in provincia di Verona ha dato alla squadra di Martignacco nuova forza. «Anche nel prossimo match – assicura Cuttini – dovremo giocare sopra il nostro standard e lo stesso dovremo fare contro Bassano». Molto soddisfatta della prestazione della squadra anche il presidente Bernardino Ceccarelli. «La società – ha affermato il presidente – ha creduto in queste ragazze fin dal primo momento. Avanti dunque senza paura e con la convinzione delle proprie forze». (m.t.)

Video del giorno

Hawaii, l'incontro inaspettato è da brividi: fotografo si imbatte in uno squalo bianco mentre nuota

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi