Il Città Fiera va nella tana del San Donà per l’impresa

In B1 femminile di volley Martignacco vuole ripetere la vittoria dell’andata. L’Atomat ospita invece Modena: col fanalino di coda c’è da migliorare il gioco

UDINE. Trasferta difficilissima per l’Itas Città Fiera nella seconda giornata di ritorno di B1 femminile. Le ragazze di Martignacco saranno in campo domani alle 20.30 a San Donà, nella tana della Service Med. Poco indicativa la vittoria per 3-0 ottenuta dalle friulane all’andata.

Come previsto la squadra di Giannetti sta crescendo ed è in grado di mettere in ginocchio chiunque. Gara invece molto agevole per l’Atomat, che domani alle 20.30 al Benedetti ospiterà il fanalino Liu Jo Modena. Udine punta a conquistare l’intera posta in palio, ma anche a convincere.

Itas CittàFiera. La vittoria per 3-0 dello scorso ottobre non deve ingannare. «San Donà è una squadra in crescita- conferma coach Cuttini - molto giovane e fisica; in casa difficilmente cede punti». L’Itas Città Fiera deve dunque prepararsi a una lunga battaglia.

Riprendersi dalla sconfitta netta patita contro la capolista Emilbronzo non è stato semplice.

«Quando giochi con una squadra che non ti permette di fare grandi cose- continua - si rischiano inibizioni ed è difficile recuperare in fretta e completamente l’equilibrio. Abbiamo comunque lavorato molto anche su questo aspetto».

Cuttini rileva infine che tutte le atlete sono al momento a disposizione e in buone condizioni, con Figini che però è ancora al 50 per cento. La centrale si sta ancora riprendendo dall’infortunio ad una caviglia e il suo recupero è ritardato dal suo impiego in gara, che, seppur parziale, il tecnico ritiene indispensabile.

In settimana la squadra ha potuto contare anche sul sostegno della dirigenza e del presidente Ceccarelli, che, insieme ai suoi collaboratori, ha voluto spronare le ragazze. In vista della trasferta di domani in provincia di Padova il numero uno della Libertas Martignacco si auspica che il pubblico risponda presente in maniera massiccia.

«Se vogliamo mantenere una buona posizione in classifica - spiega lo stesso presidente - dovremo vincere assolutamente. Scendere in graduatoria potrebbe diventare pericoloso». Secondo il presidente sarà necessario giocare concentratissime, senza mai perdere di vista il punteggio.

Domenica scorsa Caravello e compagne hanno sbagliato la battuta in un momento clou del primo set. Ceccarelli è convinto che se le ragazze domani presteranno attenzione nei momenti decisivi, potrebbero portare a casa il risultato.

Atomat. L’arrivo di Eleonora Carbone ha dato un po’ di tranquillità in più alla squadra udinese, che sostanzialmente da mesi non si allenava con due palleggiatrici. Gli allenamenti hanno fatto certamente un salto di qualità e questo non potrà che avere delle ricadute positive sul rendimento di tutto il gruppo.

Dopo la buona vittoria su Jesolo, ottenuta anche grazie anche alla pazienza in attacco, Papa e compagne affrontano con la massima tranquillità. lo scontro con il giovane fanalino Liu Jo.

La prova sfoderata in provincia di Venezia ha dato ottime indicazioni a coach Relato, sia per quanto concerne le singole che per quanto riguarda il gruppo. La Liu Jo è una squadra molto giovane, che sinceramente non dovrebbe impensierire le friulane. L’Atomat deve fare attenzione soprattutto a se stessa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Crudeltà e orrore in un macello di Cremona, la video-inchiesta

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi