Esordio per la Vitale nei 400, la Caravelli contro il pronostico

PRAGA. Europei di atletica non solo per Alessia Trost. Sono altre due le atlete friulane in gara. La prima è la 20enne Ylenia Vitale che oggi si giocherà le carte da quattrocentista (batterie al...

PRAGA. Europei di atletica non solo per Alessia Trost. Sono altre due le atlete friulane in gara. La prima è la 20enne Ylenia Vitale che oggi si giocherà le carte da quattrocentista (batterie al mattino, semifinali nel pomeriggio ed eventuali finali domani). L’azzurrina di Bicinicco, l’anno scorso era stata riserva della nazionale ai Mondiali staffette 4x400 alle Bahamas, si è guadagnata la convocazione in azzurro ai recenti Tricolori di Padova dove ha corso il “giro della morte” nel personale di 53’’85. La “stellina” della Libertas Friùl Palmanova fa quindi il suo esordio nella squadra assoluta. E poi Marzia Caravelli. Che se con gli italiani al coperto non ha un buon feeling – ultimo scudetto nel 2010 – con le manifestazioni internazionali “flirta” bene: sempre in semifinale tra Europei e mondiali dal 2012. Forte di questo suo valore si avvicina ai 60 ostacoli di Praga, visto che non arriva nelle migliori condizioni: l’azzurra è stata vittima di un piccolo infortunio muscolare ai tricolori di metà febbraio e non si è ancora ripresa. Stamattina scende in pista per la batteria (10.05) e spera almeno di centrare la semifinale, in programma alle 16, finale alla sera alle 18.35. Impresa impossibile? No, ha un tempo altino (8’’13) e quest’anno ha gareggiato poco. (a.b e v.m.)

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi