Muro e difesa ok Città Fiera con Le Ali ritorna alla vittoria

B1 femminile: dopo tre ko Martignacco riassapora il successo Blackout padovano nel quarto set, poi il tie-break decisivo

MARTIGNACCO. Dopo tre ko l’Itas Città Fiera è tornata al successo contro Le Ali Padova. Nella sesta di ritorno di B1 femminile la squadra di Cuttini è partita contratta, salvo poi trovare convinzione e anche continuità a ricezione e muro.

Il primo set è stato all’insegna dell’equilibrio. Martignacco ha iniziato però il match con tensione, forse consapevole dell’alta posta in palio. Cuttini ha fatto partire Giora in cabina di regia, Bianchin opposto, Figini e De Stefano al centro, Caravello e Giommarini in banda, Dian libero. Nel corso del set Giommarini e Romano si sono avvicendate.

La formazione di Cuttini si è trovata più volte in vantaggio di un paio di punti, ma non è mai riuscita a mantenerlo. La battuta di Padova ha messo in grande difficoltà la ricezione friulana, mettendo pressione a Dian e Caravello. Negli scambi finali Le Ali ha forzato parecchio al servizio.

Pur perdendo ai vantaggi, l’Itas Città Fiera Martignacco è riuscita comunque a ritrovare lo spirito combattivo. Grazie a questo atteggiamento aggressivo la squadra friulana è partita con sprint nel secondo set e ha lottato su ogni pallone fin dall’inizio.

Spazio per Romano anche in questo set. Il finale è stato, purtroppo, la fotocopia del set precedente. Caravello e compagne non sono riuscite ad amministrare il vantaggio accumulato. Soffrendo il muro di Dall’Ora, l’Itas Città Fiera si è trovata a rincorrere, senza però riuscire nell’impresa.

Nella terza frazione di gioco coach Cuttini ha schierato Rucli al posto di De Stefano. Il set si è aperto ancora all’insegna di Dall’Ora, che ha iniziato a salire in cattedra anche in attacco. L’Itas Città Fiera è riuscita però a ritrovare ancora una volta morale e a riaprire l’incontro. Merito del muro e anche di una maggior decisione in difesa.

Nella quarta frazione Cuttini ha riconfermato Rucli, che a muro si è dimostrata decisiva (otto i palloni messi a terra per lei). La squadra friulana è riuscita a recuperare, complice anche il calo delle avversarie, che hanno dato l’impressione di accontentarsi del punto già in tasca.

Le Ali è sparita mentalmente e Caravello e compagne sono riuscite ad approfittare di questo blackout. Al tie-break l’Itas Città Fiera Martignacco è partita sotto, ma grazie a Bianchin e Caravello è riuscita a recuperare e poi a vincere. A tornare a vincere.

Monica Tortul

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Hawaii, l'incontro inaspettato è da brividi: fotografo si imbatte in uno squalo bianco mentre nuota

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi