L’Atomat carica a mille per l’assalto alla capolista

B1 femminile: le udinese ospitano domani al Benedetti (20.30) la Emilbronzo L’Itas in trasferta con la Liu Jo può chiudere definitivamente la pratica salvezza

Grandissima attesa a Udine per il match di domani sera tra l’Atomat e la capolista Emilbronzo (fischio di inizio alle 20.30 al Benedetti). Il risultato dell’incontro non è affatto scontato; anzi, dopo le brillanti prestazioni delle settimane precedenti, l’ultima delle quali contro Cerea (battuta 1-3), le quotazioni dell’Atomat sono alle stelle. Nella settima di ritorno di B1 femminile anche l’Itas Città Fiera potrebbe fare bottino pieno. Domani alle 20.15 la squadra di Martignacco sarà in campo a Modena contro la Liu Jo, penultima della graduatoria del girone B.

Qui Atomat. «Siamo pronti a sfidare la capolista». Marco Relato, coach dell’Atomat, è certo che la sua squadra abbia grandi chance contro la formazione della provincia di Modena. Per scaramanzia non azzarda un pronostico, ma dal tono della voce si capisce che ci crede fortemente. Tutta la squadra ha fiducia e ha lavorato sodo per fare bella figura e per conquistare punti. «L’ultimo successo - spiega l’allenatore - ci ha dato ulteriore consapevolezza delle nostre possibilità. La classifica, inoltre, ci dà serenità. Con questo match si chiude inoltre il ciclo delle partite proibitive, a cui faranno seguito gare teoricamente più alla portata. Ci terrei comunque a chiudere questa tranche di gare con una prestazione allo stesso livello di quelle contro Porcia, Millenium e Cerea».

L’Atomat sa di avere delle armi da sfruttare ed è pronta a farle valere. La settimana è trascorsa in un clima positivo e sereno. Anche le condizioni fisiche delle atlete sono buone. Ci sono i soliti acciacchi con cui fare i conti, ma la situazione è assolutamente nella norma. Domani Relato dovrebbe dunque avere a disposizione più o meno tutta la rosa. In settimana ha ricominciato ad allenarsi con la squadra Letizia Ciani. Terminato il lavoro differenziato la palleggiatrice si è allenata insieme a tutte le altre.

Qui Itas. Coach Cuttini ha fissato l’ipotetica salvezza a 31 punti e ogni gara deve essere una buona occasione per avvicinarsi a questo traguardo. In questo momento l’Itas Città Fiera è a quota 28. La partita contro la Liu Jo potrebbe dunque essere un’ottima opportunità per chiudere subito il discorso, anche se va considerato che in trasferta la squadra friulana fa sempre più fatica che tra le mura amiche. Cuttini preferisce comunque stare con i piedi per terra. «Stiamo recuperando le atlete acciaccate - spiega il tecnico -, ma non siamo ancora al 100%. Rispetto alla scorsa settimana De Stefano si è allenata con maggior regolarità, ma non è ancora al top. Problemi risolti anche per Caravello, che, dopo la grande prestazione dello scorso turno, sarà più che mai a disposizione della squadra. Non possiamo comunque sottovalutare nessuno: ci auguriamo possano esserci le energie per giocare ad alto livello». All’andata la squadra di Martignacco vinse 3-1. Per la gara di domani la società ha messo a disposizione un pullman per i tifosi. Visto che la gara si gioca il sabato la speranza è che la squadra possa avere una consistente rappresentanza di simpatizzanti al seguito. Alla vigilia della partenza il presidente Bernardino Ceccarelli ha voluto esprimere ancora grande soddisfazione per la prestazione contro Le Ali, ponendo l’accento sulla prestazione maiuscola di tutta la squadra.

Monica Tortul

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Femminicidi, Barbara Palombelli: "Chiediamoci se le donne hanno avuto un comportamento esasperante". Sui social è polemica

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi