Città Fiera, applausi anche contro Jesolo e ora il derbissimo

B1 femminile: grande rimonta dopo lo scivolone iniziale. L’11 aprile a Udine si giocherà il big match contro l’Atomat

MARTIGNACCO. Itas Città Fiera da applausi. Nella sest’ultima di B1 femminile, la squadra di Cuttini ha offerto una prestazione convincente davanti ai propri tifosi, stavolta particolarmente numerosi. Contro Jesolo Caravello e compagne hanno disputato un buon incontro, nonostante la partenza insolitamente contratta.

Tra le mura amiche Caravello e compagne sono sempre partite con grande aggressività, spiazzando quasi tutte le avversarie incontrate sul proprio parquet. Ieri hanno invece cominciato con il freno a mano tirato.

In avvio Cuttini ha schierato Giora in cabina di regia, Bianchin opposta, Caravello e Giommarini all’ala, Rucli e De Stefano al centro, Dian libero. Nella prima frazione di gioco la squadra di Martignacco si è trovata sotto prima 5-1 e poi 13-16; Cuttini ha fatto entrare Manig per Giora, Romano per Giommarini e Costantini per Dian. Nel secondo set è stata inserita Colonello per Giommarini.

Elena è rimasta in campo fino alla fine del match. Dal secondo set la squadra di Cuttini ha trovato il proprio ritmo e, trascinata dal grandissimo tifo dei ragazzi del Centro solidarietà giovani Don Larice, è riuscita a portare a casa il risultato senza fatica. La partita è stata un crescendo, con le friulane sempre più protagoniste.

A mettersi in evidenza, in particolare, è stata Rucli, con 16 punti, molti dei quali a muro. Molto bene anche Colonnello con 15. A seguire Caravello con 13, De Stefano con 10, Bianchin con 8, Giora con 5. Con la salvezza già in tasca la squadra di Martignacco ha giocato con maggior serenità. Nonostante sia già certa di restare in B1 anche nella prossima stagione, l’Itas Città Fiera è intenzionata a prendersi ancora delle belle soddisfazioni.

La squadra di Cuttini tornerà in campo l’11 aprile a Udine, per il derbissimo contro l’Atomat. È una gara dal risultato più che mai aperto. L’Atomat, che ha posticipato al 15 aprile la gara contro San Donà e che quindi nel fine settimana non è scesa in campo, sta attraversando un momento veramente brillante.

Viste le ultime prestazioni la squadra udinese ha ottime chance di mettere i bastoni tra le ruote a Martignacco. Quest’ultima, dal canto suo, non ha nulla da perdere. Vista anche l’accesa rivalità il match si preannuncia veramente elettrizzante.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Come mantenere i muscoli tonici: gli esercizi per rallentare la sarcopenia

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi